Questo sito contribuisce alla audience di

La collera: reazione naturale o malattia?

L'espressione della collera è una funzione naturale, ma soltanto quando la situazione lo richiede.Quando la collera diventa uno stato abituale e cronico crea uno squilibrio chimico nell'organismo e deve essere considerata una malattia.

Le persone colleriche dovrebbero evitare i cibi speziati e piccanti, l’eccesso di zucchero e di alimenti calorici, preferendo invece cibi rinfrescanti come lo yogurt e le zucchine.
La collera cronica viene curata nella tradizione ayurvedica, prendendo ogni mattina a digiuno un terzo del succo di un cocco normale, per quaranta giorni.
Ci sono anche altri metodi di emergenza per le situazioni specifiche:
Macinate dell’argilla fresca, mescolatela con acqua e fatene delle palline. Avvolgetele in un telo umido e tenetele da parte.
Quando sentite arrivare un accesso di collera, prendete due palline in una mano e giocateci.
L’argilla assorbe tutta l’energia e raffredda l’organismo.
Mettete qualche granello di riso bianco crudo sotto la lingua e non parlate per dieci mìnuti.
Il riso assorbirà ìmmediatamente tutta la collera.
Respirate profondamente dalle narici ed espirate dalla bocca procendo un suono profondo e ronzante.
Stringete le labbra come per fischiare ma inspirate invece risucchiando l’aria profondamente dalla bocca raffreddando la parte posteriore della gola.
Continuate finché la collera svanisce.
In
tutti gli stati di turbamento emotìvo la respirazione vìene disturbata. La respirazìone profonda è sempre utile, specialmente nell’ansietà.
Per dare più efficacia al metodo tenete pre la bocca chiusa, rìempíte completamente i polmonì e producete un ronzio mentre espirate.
Cercate di produrre dei toni profondi come quelli di un calabrone.
Si può anche produrre un suono che è particolarmente utile per riequilibrare il corpo, nell’ansietà, nella collera e in altri stati emotivi simili.
Si tratta del suono ram.
Riempite completamente i polmoni di aria, preferibilmente inspirando dalla narice destra.
Poi dite rahhh, facendo uscire tutta l’aría vecchia dai polmoni.
Questo esercizio vocale aiuta a superare ogni stato emotivo turbato.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti