Questo sito contribuisce alla audience di

Troll Dolls

Buffe, tozze e panciute, sguardo vispo e birichino incorniciato da una chioma arruffata dai colori vivaci. A prima vista possono sembrare ripugnanti e spaventose, invece nulla è più sbagliato.

Le bambole Troll riproducono gli spiriti folletti delle nereggianti foreste scandinave. Negli anni sessanta, ottennero una popolarità nel mercato mondiale. Le bambole vennero prodotte da diverse aziende in sorprendente numero e varietà:oltre 4.000 tipi di Troll, realizzati in vinile, in legno, resina, canapa, gomma, latex, vetro, porcellana e ceramica con capelli in mohair, pelliccia, nylon o paglia. La leggenda popolare vuole che la bambola Troll porti fortuna a chi la possiede. Di sicuro, ne ha portata tanta al suo ideatore.

Le prime bambole Troll originariamente erano conosciute come “The Dammit”, in onore del loro ideatore Thomas Dam, un bravo intagliatore danese, che per vivere faceva diversi lavori. Negli anni cinquanta, Dam non potendosi permettere l’acquisto di un regalo per il compleanno di sua figlia, decise di intagliare per lei una bambola di legno ispirata ai leggendari e simpatici troll nordici. La ragazzina, contentissima di averla ricevuta, la vestì con cura e non si staccò piu’ da lei, mostrandola, con orgoglio, agli abitanti del piccolo villaggio in cui viveva. La bambola piacque così tanto che da allora Dam non solo ricevette numerose ordinazioni da privati ma iniziò anche ad acquistare fama tra i collezionisti di bambole. Leprime Troll prodotte da Dam erano in legno intagliato, avevano i capelli in mohair e indossavano simpatici abitini, successivamente li realizzo anche in gomma ed in vinile. A metà degli anni sessanta, le Troll attiraronò l’attenzione del proprietario di un piccolo stabilimento di giocattoli, che propose a Dam di produrle in serie. Il successo fu così strepitoso che, nel giro di pochi anni, le bambole divennero un simbolo mondiale di buona fortuna. Visto il successo delle Troll molte aziende iniziarono ad imitarle, sommergendo il mercato di bambole poco costose e di cattiva qualità. Dopo una fase di grande popolarità, con un picco massimo raggiunto nel 1966, per le Troll cominciò un’ inarrestabile discesa che terminò negli anni Ottanta, quando vennero quasi dimenticate. Malgrado tutto, negli anni Novanta, le Troll vissero un periodo di rinascita, di rilancio e soprattutto di ubiquità perchè erano presenti in tutti i negozi di giocattoli e di articoli da regalo di tutto il mondo.

Oggi, non sono popolari, come negli anni precedenti, ma si possono ancora trovare. Le odierne Troll vengono realizzate da diverse aziende, ma la bambola preferita dai collezionisti è la Dam Troll, prodotta dall’azienda Troll Company in Gjøl, situata nella parte settentrionale della Danimarca.