Questo sito contribuisce alla audience di

Suggerimenti per una collezione di bambole riuscita

Collezionare è una sorta di gioco per tutti che stimola l’immaginazione, educa all'impegno, procura appagamento. E visto che ognuno si diverte a modo suo, i modi di collezionare sono diversi e soggettivi. Ma un bravo collezionista sa bene che ci sono casi in cui questo gioco va perfezionato per elevare la propria collezione ed aumentarne il valore nel tempo.

Il collezionismo si basa su una ricerca mirata e ragionata di esemplari rappresentativi di una categoria specifica di oggetti che hanno un valore volto alla gratificazione estetica e didattica.
Nel collezionismo di bambole valgono le stesse regole di tutte le altre tipologie di collezioni.
Il bisogno primario del collezionista di bambole è costituito principalmente dal bisogno di appagamento estetico, ma non sempre questo desiderio è alla base dell’acquisto di un oggetto. Talvolta vi è implicata l’esigenza di indagare la bambola da un punto di vista storico e antropologico, dal momento che documenta l’evoluzione del costume; o più semplicemente di investire in oggetti per ottenere nel tempo un rendimento economico.
Qualunque siano gli obiettivi, è bene individuare la giusta tipologia di collezionismo, per cercare di costruire una collezione di qualità e su misura per le proprie esigenze.

Tipologie di collezione di bambole

- Classificazione: formare diversi gruppi di bambole, omogenei all’interno, eterogenei tra loro, tra i quali si stabiliscono dei collegamenti di tipo artistico, storico-culturale.
- Classificazione estetica: con le stesse caratteristiche della prima, composti però da bambole che soddisfano il gusto estetico del collezionista.
- Territoriale: collezionare bambole di etnie diverse provenienti da luoghi diversi.
- Monotematica: collezionare bambole di un solo stile, di una sola epoca oppure realizzate da un solo produttore o artista.
- Estetica: raccogliere tutti i modelli di bambole che soddisfano il gusto estetico personale.

Prima di acquistare le bambole che si vogliono collezionare è bene conoscere esperti del settore che vi sappiano dare più informazioni possibili.
Il modo più classico per studiare le bambole è sicuramente quello di andare alle esposizioni specializzate. Luoghi di incontro e confronto in cui esperienza e passione personale diventano patrimonio da condividere. Gli espositori sono quasi sempre persone competenti e preparate, ma i gravosi costi costretti a sostenere li portano ad aumentare di parecchio i prezzi. Malgrado ciò alle esposizioni c’è sempre molto da imparare, è come sfogliare un libro ricco di immagini e di nozioni importanti, con il privilegio di guardare gli oggetti da vicino.
E’ importante procurarsi delle guide di quotazione o contattare nei forum altri collezionisti (il forum di Ebay, ad esempio, è utilissimo per chiedere chiarimenti o consigli) per avere informazioni sul valore economico di quello che si sta comprando, per trovare il cosiddetto affare e per evitare di essere imbrogliati.

Per chi decide di possedere una collezione di bambole antiche è necessario conoscere bene la differenza tra antico autentico, buona riproduzione e cattiva riproduzione. I libri specialistici e le riviste di settore sono un ottimo punto di partenza . Una volta imparato sarà facile riconoscere le bambole da non perdere e quelle da lasciar perdere.
Molta gente ama le bambole antiche, ma non può permettersele. Le buone riproduzioni sono una valida alternativa, anche perché le bambole realizzate oggi saranno gli oggetti antichi del futuro.
Il valore di una bambola antica dipende prevalentemente dalle sue buone condizioni strutturali. Nel caso di una bambola pregiata ma seriamente danneggiata vanno valutate attentamente le condizioni della testa, da cui dipende l’intero valore dell’oggetto. La sostituzione di particolari usurati o rovinati (vestiti, occhi, parrucche etc) non compromette l’autenticità della bambola. Inoltre, esistono cliniche per bambole dove esperti restauratori, per un prezzo ragionevole, possono restituire tutta la loro integrità alle parti danneggiate.

Argomenti