Questo sito contribuisce alla audience di

Mop Dolls

Bambole di "cencio"

Qui a Viareggio, la bambola di pezza viene anche chiamata “bambola di cencio“.
Forse rende di più l’idea dell’utilizzo di vecchi tessuti, che magari una volta venivano usati per confezionare dalle mamme, le bambole per le proprie figlie.
Mi piace visitare i siti Americani relativi alle bambole. Una volta vidi una bambola  particolare. Si trattava di una Mop Doll. Quel giorno quando ero impegnata nelle faccende domestiche, e per l’appunto sempre come si suol dire qui a Viareggio “davo il cencio in terra“, ad un certo punto mi bloccai istintivamente con occhio fervido di immaginazione, nel fissare lo “spazzolone in microfibra” (tipo Mocio), che uso solitamente. Pareva  lo stesso materiale usato per fare la Mop Doll che avevo visto.
Nei siti Americani, trovate in vendita l’originale materiale per realizzare le Mop Dolls, e qui di seguito vi segnalo il link, ma quel giorno fui tentata irresistibilmente a realizzare anche io una Mop Doll ma da un comune cencio in cotone. Magari l’ho scurito un pò nel thè concentrato, ma volevo fosse proprio una bambola di cencio. La testa è di pezza e pure le mani, come anche la gonna ed il cuore romantico e ricamato che vedete davanti. La regalai a mia madre che l’ha sempre conservata con cura, e le piaceva da morire. I capelli sono anche quelli in “pezza” e gli ho ritagliati con le forbici tipo “zig-zag”, in varie file, e poi ho realizzato la parrucca incollando uno alla volta questi pezzi di tessuto. Mi sono divertita da morire, e pure mia madre mentre mi vedeva intenta a realizzarla…
Rossella Usai
  
 

Ultimi interventi

Vedi tutti