Questo sito contribuisce alla audience di

Annabel

Le armature

Nel 2002, decisi di realizzare una nuova Collezione di bambole. Mi venne in mente di utilizzare tecniche differenti e di disegnare cartamodelli molto diversi dalla prima collezione.
Doll designer? Si, in quel periodo, decisi di dedicarmi esclusivamente alla creazione di cartamodelli. In questa collezione ci sono: Priscilla, Melissa, Annabel, la Vecchina, Crispino e Lady Angeline. Ma vorrei trattare l’argomento “armature” pertanto vi descrivo Annabel. Annabel è alta circa 52 centimetri e ha braccia e gambe posizionabili grazie all’utilizzo di un’armatura in plastica. Vi segnalo il sito da dove io la acquistai. L’armatura era necessaria in Annabel poichè mi venne in mente di realizzare per lei un buffo cavallino di pezza (il suo cartamodello è compreso in quello della bambola stessa), poichè io da piccola ne avevo uno simile e ricordo ancora come mi ci divertivo. Oggi che sono adulta, desidero sempre imparare ad andare a cavallo, ma non ho nè tempo ne credo le capacità adatte, pertanto mi accontento di rivedere con la fantasia le praterie immaginarie in cui cavalcavo con il mio cavallo di pezza da bimbetta. Il cavallo è semplicissimo da fare, se si ingrandisce poi il cartamodello lo potete fare davvero per un bimbo. Annabel invece è un pò elaborata, ma non eccessivamente. L’utilizzo dell’armatura mi ha consentito di poterla posizionare come se davvero giocasse con il cavallo di pezza.
Le armature vanno introdotte prima dell’imbottitura con molta cura poi si introduce ques’ultima curando che l’armatura resti al centro dell’arto (braccia o gambe). Non deve infatti apparire esternamente in alcun modo. Se ben posizionata l’armatura, con l’imbottitura che la tiene ben ferma, la bambola può essere pure data ad un bambino, perchè si è sicuri che non si sposta più, e non resta che giocare con la bambola a proprio piacere e divertimento.

Rossella Usai

Ultimi interventi

Vedi tutti