Questo sito contribuisce alla audience di

FOCHI E SANNA VICEPRESIDENTI FEDERALI

Si è svolto il primo consiglio federale del nuovo quadriennio,ecco le pricipali novità.

Si è riunito il primo Consiglio Federale del nuovo quadriennio olimpico.

Nel corso della riunione, il Consiglio ha preparato la strada verso la serie di decisioni operative che verranno prese nel prossimo CF del  7 Dicembre e che regolamenteranno la stagione 2005, fornendo le linee essenziali per i successivi 3 anni di governo federale.

Il Presidente federale Riccardo Fraccari ha aperto i lavori con quella che lui stessa ha definito “una riflessione di tipo politico” dichiarando : “Non siamo qui per stabilire un ‘ranking’ o vincere medaglie”, voglio sgombrare il campo dalla ’sindrome della classifica’. Noi siamo un gruppo eletto in base ad un programma, che farà scelte che spetterà poi ai Consiglieri illustrare nei dettagli alla base. Tra di noi si deve creare un rapporto di fiducia e grande correttezza”.
Prima di passare alla parte operativa della riunione, il Presidente ha voluto ricordare la figura di Silvano Ambrosioni, l’ex CT della nazionale di baseball recentemente scomparso.

Il primo atto del nuovo quadriennio è stato la nomina dei Vice Presidenti: è stato confermato Massimo Fochi e con lui è stato nominato Antonio Sanna, presidente del Nuoro Softball.
I 2 Vice faranno parte del Consiglio di Presidenza assieme allo stesso Fraccari e ai Consiglieri Marina Centrone, Claudio Banchi, Mario Raciti e Rossano Rinaldi.

Banchi rappresenta quindi l’unica novità della ‘Giunta’ ed ha accolto la proposta del Presidente dichiarando: “Mi gratifica”.

Vice Presidente e Consiglio di Presidenza sono stati approvati dal Consiglio con l’astensione di Mario Burgazzi.
Dopo le nomine, il Presidente Fraccari ha voluto esprimere un “apprezzamento” al lavoro svolto da Gianni Cancelli ed Angelo Scardino, che erano stati componenti del precedente Consiglio di Presidenza.

Particolarmente sentita è stata la discussione sull’ Attività Agonistica.

La prossima stagione di baseball vedrà da subito il varo di un campionato Under 21 (con la possibilità di far giocare 3 ‘under 23′) che sarà obbligatorio e di fatto sostituirà il campionato ‘juniores’ (anche per quel che riguarda la norma del ‘doppio tesseramento’); il torneo verrà disputato su un solo incontro di 9 riprese. Non esistono infatti i presupposti per varare da subito un campionato a doppio incontro, che resta comunque un obbiettivo di medio termine.
La Serie B passerà da 40 a 48 squadre e questa sarà la prima di una serie di modifiche strutturali ai campionati, che porteranno ad una riduzione di serie A1 (ad 8 squadre) e serie A2 (a 20 squadre). Il Consiglio del 7 dicembre fornirà i dettagli della ristrutturazione dei campionati.

Dal 2005 costerà di più tesserare giocatori stranieri. La tassa salirà infatti a 400 euro.

Il Consiglio, dopo lunga discussione, ha deciso per questa suddivisione dei ‘visti’ per giocatori extra comunitari:

5 ad ogni società di serie A1 baseball (utilizzabili anche tutti contemporaneamente)
3 ad ogni società di serie A1 softball (utilizzabili anche tutti contemporaneamente)
1 ad ogni società di A2 baseball.

Le società di A2 baseball non potranno effettuare tagli, mentre le società di A1 baseball potranno effettuare tagli fino al 15 giugno.

Dopo il 15 giugno i visti non utilizzati verranno messi a disposizione delle società di A1 softball per eventuali tagli.
La riunione del 7 dicembre scioglierà definitivamente la riserva sul numero di atleti stranieri che le società di A1 baseball ed A1 softball potranno schierare contemporaneamente in campo.
Dalla stagione 2006 la serie A2 baseball non potrà più tesserare giocatori stranieri.

All’atto del tesseramento degli atleti italiani precedentemente residenti all’estero (i cosiddetti ‘oriundi’) le società dovranno esibire il Certificato di cittadinanza in originale.
A livello programmatico, entro il 2005 il Consiglio Federale dovrà come è noto produrre un documento di proposta al CONI per arrivare dalla stagione 2006 a garantire la presenza di almeno la metà di atleti di scuola italiana nelle squadre.
Il percorso si annuncia complesso. Sarà necessario rivedere la definizione di atleta di scuola italiana (al momento è un giocatore con almeno 4 anni nelle giovanili nel nostro paese ed è parificato agli italiani fino alla serie ‘B’) e stabilire su che base va calcolato il quorum della metà dei giocatori.

Sono state infine approvate le linee generali del bilancio di previsione (che illustreremo nei dettagli successivamente) e al riguardo il Segretario Generale Marcello Standoli ha spiegato che: “Il bilancio non è più redatto sulla base di criteri finanziari, ma diventa economico patrimoniale. Questo renderà più rigido il controllo dei vari budget di spesa”.

Il Consiglio Federale ha inoltre respinto la richiesta di Graziella Casali di essere ammessa a far parte dell’Assemblea sulla base di un criterio di ‘pari opportunità’ tra rappresentanti dei 2 sessi nella categoria ‘dirigenti’. Come ha chiarito il Segretario Standoli: “La norma non è prevista dallo Statuto”, al contrario di quel che accade per i rappresentanti di ‘tecnici’ ed ‘atleti’.

Infine, sono stati rinnovati gli Organi di Giustizia. L’Avvocato Vania Gagliardi è il Procuratore Federale, mentre il sostituto sarà l’Avvocato Marco Borretti

Link correlati