Questo sito contribuisce alla audience di

L'ITALERI BOLOGNA VINCE LA REGULAR SEASON

Pennant "virtuale" per i felsinei che battono il Nettuno nel recupero del match sospeso a Luglio.

Dopo che Bologna ha vinto per 3-2 il completamento della gara col Nettuno del 15 luglio, garantendosi il primo posto, prosegue nella giornata di venerdì il lungo fine settimana del massimo campionato di baseball. Con inizio alle 16 e alle 21 si giocheranno le ultime due partite della sesta di ritorno (ultima di regular season), non disputate nello scorso fine settimana. Si tratta di sei incontri che serviranno a stabilire la quarta formazione qualificata ai playoff, la composizione delle semifinali scudetto, ma anche la formazione che farà compagnia all’Anzio in serie A2.
Le uniche formazioni che non sono chiamate a scendere in campo venerdì sono T&A San Marino e Italeri Bologna, che hanno completato nel recupero di domenica scorsa il loro trittico.

Con le due vittorie ottenute ai danni della Fortitudo, i Titani si sono portati in vantaggio di due gare sul Parma ed una sul Modena. Un tesoro che Sheldon e compagni sperano di conservare grazie a Nettuno e al Godo, che punta al quarto posto, come il Rimini, che va a far visita al Grosseto, una delle tre formazioni che hanno ormai staccato il biglietto per le semifinali scudetto. Solo con due vittorie del Parma sul Nettuno e due successi sul Rimini le Colonie di Maremma Grosseto potrebbero iniziare la semifinale in Maremma e non a Nettuno.

Le gare disputate venerdì scorso, con i lanciatori stranieri sulla collinetta, non hanno cambiato di una virgola la lotta per il quarto posto: Telemarket Rimini e De Angelis Godo hanno perso e quindi rimangono a 24 vittorie. I ravennati di Maurizio Zoli possono però contare sugli scontri diretti favorevoli in caso di arrivo in parità: 4-2. Chi arriverà quarta affronterà in semifinale Bologna.

In caso di parità, si dovranno invece guardare gli scontri diretti con le squadre che precedono in classifica per stabilire chi farà compagnia in ‘A2′ all’Anzio tra T&a San Marino, Comcor Modena e Ceci&Negri Parma. Le tre contendenti si sono divise equamente la posta in palio, tre vittorie a testa, in tutti gli scontri diretti.
Sarà insomma una giornata tutta da seguire. Di tutte le partite sarà disponibile l’aggiornamento in tempo reale e le serali saranno in diretta grazie al Play by Play.

I “play off” prenderanno il via domenica alle 17, vale a dire 36 ore dopo la conclusione dell’ultima partita di regular season. Le quattro semifinaliste inizieranno così un vero e proprio tour de force, dovendo scendere in campo anche lunedì, mercoledì, giovedì ed anche sabato e domenica nell’eventualità che nessuna delle formazioni sia arrivata a quattro vittorie. Nella peggiore delle ipotesi, insomma, tre delle quattro qualificate dovranno giocare nove incontri nel giro di undici giorni. Ricordiamo anche che la finale scudetto scatterà venerdì 6 e sabato 7 ottobre con la disputa delle prime due gare.
Difficile fare pronostici, anche alla luce di questo che è successo nelle prime quarantasei partite, con dieci sole triplette, di cui quattro nel girone di andata e sei in quello di ritorno; nessuna esterna. Per le squadre che lottano per evitare la retrocessione servirà un ultimo sforzo, le semifinaliste dovranno conservare qualche energia per presentarsi al top domenica, nella gara riservata ai lanciatori stranieri, che si presenteranno in pedana con 9 giorni di riposo, mentre quelli italiani ne avranno solo tre, dovendo scendere in campo lunedì in gara2.

Venerdì, recuperi gara-2 e gara-3 sesta e ultima di ritorno (ore 16 e 21): Comcor Modena-De Angelis Godo, Le Colonie di Maremma-Telemarket Rimini, Ceci &Negri Parma-Danesi Nettuno.

La classifica: Italeri 625 (30-18); Danesi 609 (28-18 sconfitte); Colonie di Maremma 587 (27-19); De Angelis e Telemarket 522 (24-22); T&A 458 (22-26); Comcor 457 (21-25); Ceci&Negri 435 (20-26); Orel 292 (14-34).

I leader. Media battuta: Gomez (Modena) 372; punti battuti a casa: Sforza (Modena) 40; fuoricampo: Sforza (Modena) 8; basi rubate: Buccheri (Rimini) 33; media pgl: Looney (Rimini) 0,75; salvezze: Caruso (Godo) 10; strike out: Matos (Bologna) 136.

Link correlati