Questo sito contribuisce alla audience di

Marcus, forse c'è qualche speranza...

Un aggiornamento sulle condizioni del piede dell'ex centro di Western Kentucky

Ancora notizie controverse dalla vicenda Chris Marcus. Solo poco tempo fa vi ho dato la notizia del suo probabile ritiro dal basket professionistico, ma ora le cose sembra che si presentino sotto un’ottica leggermente cambiata.
Intervistato nella sua casa di Charlotte, dove si è rifugiato quando ha capito che comunque in questa stagione non avrebbe più giocato, ha aggiornato il cronista delle sue condizioni.

“Ci sono buone possibilità che anche se avrò un operazione potrò lo stesso giocare a basket, ma non al livello NBA. Se deciderò di avere un’altra operazione, allevierà il dolore e mi permetterà di correre e camminare normalmente.”

In ogni caso il ragazzo è perentorio su una cosa:

“Non tornerò su un campo da basket se il mio piede non sarà perfettamente guarito e se ci saranno rischi che mi impediranno in futuro di camminare correttamente.”

L’elenco delle sue cartelle cliniche si è aperto nell’Ottobre 2001, per poi continuare a Giugno 2002 – operazione che gli ha impedito di candidarsi al draft dello scorso anno – e infine quella dello scorso Dicembre, per pulire i residui ossei. Se ce ne sarà una prossima, sarà la quarta in meno di due anni. Il suo fisico massiccio, oltre i 215 cm e i 140 Kg di peso – non aiuta certamente, visto il carico che il suo piede deve sopportare.

Marcus ha tolto da un mese lo stivaletto protettivo, e adesso utilizza dei plantari. Secondo Marty Blake, capo scout della NBA, la reputazione di cui il centro gode negli scout è incerta. In ogni caso Chris si presenterà al camp della NBA, dal 3 al 6 Giugno. Anche se non potrà giocare si sottoporrà comunque ai test fisici, e alle misurazioni, cosa importante per gli scout, che avranno a disposizione i loro fisioterapisti per capire le possibilità di recupero del ragazzo, soprattutto in un’ottica NBA.

“Io entrerò nel Draft, ma al momento la mia caviglia è ancora infortunata. Non posso fare i provini e non posso ancora lavorare su un campo da basket.”

Le categorie della guida