Questo sito contribuisce alla audience di

Il walzer delle panchine...

Mentre si avvicinano i Camp NBA, che decreteranno la fine del sogno per molti possibili prospetti, scottano i pini di molte franchigie...

Tutti si ricorderanno il gioco che si faceva da piccoli: tante sedie messe in fila e un bambino in più… alla fine della musica, quello che non riusciva a sedersi sarebbe stato eliminato. Un po’ così sta andando la NBA ora. Rissumiamone gli interventi principali, e i rumors del futuro:

Intro:

Iniziamola larga: Rudy Tomjanovich, coach dei Rockets, sul finire della stagione molla la panca della squadra per gravi motivi di salute. Poco importa che forse il proprietario lo avrebbe cacciato poco dopo la fine della stagione, non essendo riuscito ad andare ai PO con due All Star in squadra… Jeff Van Gundy intanto si sta godendo gli ultimi soldi che i Knicks gli devono, fino al 30 Maggio, facendo il commentatore televisivo. In questa settimana, all’inizio, Larry Brown si dimette dalla panca dei Sixers - presunti contrasti con Allen I - e ieri la conferenza di Dumars che caccia incredibilmente Rick Carlisle, dopo due stagioni, un titolo di miglior allenatore NBA 2002 e un primo posto nella regular season ad est! Considerando che sulla panca dei Cavs e dei Clippers ci sono due “coach ad interim”, che la panchina di Thomas è bollente - per via dell’eliminazione al primo turno giocando in maniera ignobile - che Charlotte ha cacciato Silas, Toronto Wilkins e Washington ha dato il benservito a Doug Collisn, una volta perso il parafulmini Jordan, ci accorgiamo che il mercato è piuttosto bollente… tra l’altro anche coach Sloan, se perdesse Malone, potrebbe decidere di lasciare lo stato dei mormoni.

Rumorz:

Non facile capire cosa accadrà. Cerchiamo di analizzare il futuro dell panche più bollenti! Tenete conto che la maggior parte sono voci di corridoio, non certezze…

Philadelphia: Perso Brown, sembravano orientati su un coach di esperienza. Al momento il candidato principale è Mo Cheeks, che Portland - dopo una prima esitazione - non sembra voler trattenere…

Detroit: Dumars non era contento di come si è chiusa la stagione. I ben informati dicono che lunedì annunceranno Larry Brown, con un contratto quinquiennale di 30 milioni di dollari.

Cleveland: la panca più disprezzata è diventata una delle più ambite, grazie a LeBron James. Sembra che l’onore di svezzare il pargolo, dopo che Van Gundy è stato molto vicino, toccherà a Paul Silas, cacciato dagli Hornets dopo 5 stagioni positive.

Houston: non c’è niente di sicuro, si era parlato di Silas, ma è ormai certo che vada ai Cavs, allora la scelta dovrebbe ricadere su Jeff Van Gundy, che non disprezzerebbe ritornare su un pino NBA con Yao e Stevie “Franchise”.

Toronto: qui dovrebbe esserci già l’uomo scelto, che aspetta solo di essere annunciato. E’ Kevin O’Neill, ottimo braccio destro di Detroit sotto l’era Carlisle.

Washington: dopo la cacciata di Collins, sembra che l’interesse dei Wizard sia per Jordan! Nooooo, ma che avete capito… Eddie Jordan, l’assistente dei Nets, in concorso anche per la panca di Phila.

Indiana: pare che dopo aver visto giocare la squadra al primo turno, Walsh voglia servire un bel calcione a Isaiah Thomas, che potrebbe andare ai Wizard. Il nome caldo è quello di Rick Carlisle, che ad Indiana era assistente di Bird, considerato il candidato umero uno alla successione dell’ex stella, prima che Walsh mettesse Thomas sul pino. Voci insistenti dicono che ora il GM si penta amaramente della scelta, e voglia tornare sui suoi passi…

Dallas: Don Nelson è andato vicino al benservito, ma le ultime newz dicono che il vulcanico Marc Cuban voglia allungargli un biennale, dopo aver pensato seriamente anche a Pat Riley.

Clippers: sembra che a Los Angeles abbiano contattato Brown, per un ritorno clamoroso, e Van Gundy, che ha declinato, ma potrebbero anche tenersi Dennis Johnson. Voci parlano anche di Mike Dunleavy.

New Orleans dopo aver declinato il loro interesse per Larry Brown, sono 3 i candidati per la panca degli Hornets: Mike Fratello, Tim Floyd e Brian Hill.

Atlanta: Terry Stotts è un altro “ad interim”. Si parla di Mike Dunleavy come probabile sostituto, ma forse all’ex allievo di Karl daranno un’altra chance.

TeoPaz

Le categorie della guida