Questo sito contribuisce alla audience di

L'universo sensoriale dei profumi italiani

Ecco il profumo "intramontabile"

L’origine del profumo si perde nell’ L’Oriente , sembra esserne stata la culla. Viene usato prima nei riti religiosi. Bruciati in onore degli Dei, i profumi creava un fumo odoroso che si levava verso il cielo, da qui l’origine della parola profumo, che deriva dal latino “per fumus” e cioè attraverso il fumo. Bruciando delle sostanze gli uomini si attiravano le grazie divine. Le profumazioni scongiuravano le malattie ed ostacolavano ladisgrazie e le temute epidemie.

L’intramontabile…Chanel num 5

Il celeberrimo Chanel N°5 venne ideato nel 1921 da Ernest Beaux, e secondo le indicazioni di Coco doveva incarnare un concetto di femminilità senza tempo, unica e sensuale.Il N°5 non fu innovativo soltanto per la struttura della fragranza, ma per la novità del nome e l’essenzialità del flacone. Chanel trovo’ ridicoli i i nomi inutili dei profumi dell’epoca, tanto che decise di chiamare la sua fragranza con un numero, perché corrispondeva alla quinta proposta olfattiva che le aveva fatto Ernest.

Il flacone poi, assolutamente all’avanguardia, è divenuto famoso per la sua struttura essenziale e il tappo tagliato come uno smeraldo. Questo “profilo” ebbe un notevole successo che, dal 1959, il flacone è esposto al Museo di Arte Moderna di New York.

«La felicità non è altro che il profumo del nostro animo.»

Gabrielle Coco Chanel
Un profumo storico, uno dei profumi che hanno fatto la storia, Chanel N°5 è la fragranza più famosa al mondo. Mademoiselle Chanel, proprietaria di una casa di moda molto in voga negli anni 20, chiese ad Ernest Beaux, profumiere di origine russa, di crearle ” un profumo per donna, dall’odore di donna Le creazioni furono presentate in due serie numerate da 1 a 5 e da 20 a 24. La creatrice scelse il quinto campione. Nella formula di Ernest Beaux delle sostanze sintetiche, le aldeidi, avvicinavano al profumo dei bouquet di rosa di maggio e di gelsomino di Grasse, dando vita ad una nuova fragranza, indefinibile e misteriosa. ! Nessuno aveva ancora allontanarsi dalle formule classiche basate su un unico fiore. La stilista, , scelse furbamente di mettere sul mercato la collezione il 5 maggio, quinto mese dell’anno, quinto campione scelto, battezzandolo quindi N°5.Un caso? o solo fortuna? Non si sà…Si sà solo che Chanel divenne campione induscusso fino ancora ai giorni nostri.

” non dormo con nulla addosso, tranne che alcune gocce di Chanel

Marilyn Monroe

Ultimi interventi

Vedi tutti