Questo sito contribuisce alla audience di

La vigilia di Andria-Benevento

Dopo la roboante vittoria di mercoledì in coppa il Benevento nella giornata di ieri è tornato ad allenarsi al Santa Colomba: buone le notizie dall’infermeria dove non desta più alcuna preoccupazione la condizione del bomber Gigi Castaldo, uscito malconcio dal campo domenica scorsa nella gara contro la Val di Sangro per una botta rimediata alla caviglia in uno scontro con un avversario.

Il forte attaccante giallorosso si è allenato regolarmente, e alla fine della seduta ha partecipato anche alla partitella in famiglia non accusando nessun fastidio. Nessun squalificato o in odore di squalifica per questa gara che la truppa di Simonelli si accinge a disputare in Puglia contro l’Andria di mister Iaconi: un campo sempre insidioso quello di Andria a cui il Benevento, l’anno scorso nel computo delle 2 gare, lasciò ben 4 punti. Quest’anno i biancoblu puntano ancora una volta ad un posto al sole, anche se l’inizio non è stato dei più entusiasmanti. Dalle cronache si sa di un Andria forte a centrocampo, con un buon attacco ed una difesa per nulla trascendentale, ma come sempre le valutazioni lasciano il tempo che trovano ma alla fine, è sempre il campo a “parlare” e a decretare la squadra migliore.
Il Benevento dal canto suo è chiamato a continuare la sua striscia di risultati positivi, provando a centrare un poker che la proietterebbe in testa a 12 punti in classifica, a punteggio pieno, cercando anche di rimanerci da solo: il Monopoli infatti, anch’esso a 9 punti, è impegnato infatti nella dura trasferta romana contro la Cisco Roma, chiamata a vincere la sua prima gara, di questo avvio difficile di campionato.Come ogni settimana proviamo a metterci nei panni di Gianni Simonelli ed a pronosticare le mosse del trainer giallorosso sulla formazione che deciderà di mandare in campo contro l’Andria: dubbi sembra che non ce ne siano, infatti tenendo presente la gara di domenica e quella di mercoledì possiamo dire che forse gli unici potrebbero esserci sulla fascia, dove Tufano potrebbe essere sostituito dallo scalpitante Melis, e in attacco da Polani che se non ce la dovesse fare Gigi Castaldo (ma per questo incrociamo le dita…), sarebbe il candidato numero 1 a prendere il suo posto in campo al fianco di Giampiero Clemente. Detto questo, la formazione dovrebbe essere la seguente: Gori, Martinelli, Palermo, Vagnati, Castaldo F., Landaida, Imbriani, Cinelli, Castaldo (Polani), Clemente, Tufano (Melis).