Questo sito contribuisce alla audience di

Benevento-Real Marcianise 3-1

7° giornata di campionato di calcio di serie C/2 girone C: Benevento 7 bellezze: inanella la 7° vittoria consecutiva, consolida il suo primato, migliora il vantaggio sulle seconde (salito a +9), e distanzia Cisco Roma e Catanzaro di ben 12 lunghezze.

Insomma un inizio di campionato stratosferico per la truppa di Simonelli che si aggiudica anche il secondo derby consecutivo andato di scena al Santa Colomba contro un buon Real Marcianise. Infatti la squadra casertana, allenata da Giacomarro, non ha sfigurato contro la corazzata sannita, anzi nella prima parte della gara ha messo anche in difficoltà i giallorossi, giocando a viso aperto e in velocità e rischiando in un paio di occasioni di passare addirittura in vantaggio. La cronaca della gara infatti vede i giallorossoverdi pericolosi dopo pochi minuti quando Romano ritrovatosi a tu per tu con Gori sparacchia malamente a lato. Il Benevento si scuote e al primo affondo passa in vantaggio; Castaldo viene messo giù al limite dell’area (fallo contestato dai giocatori di Giacomarro), punizione dal limite toccata da Cinelli per Palermo che lascia partire un fendente a mezza altezza che non lascia scampo all’estremo difensore Fumagalli: è l’1-0. Passano pochi minuti e il Real Marcianise trova il pareggio. Azione in velocità, quasi fotocopia di quella di inizio partita, pallone che capita ancora una volta sui piedi di Romano che questa volta non sbaglia, pallone alle spalle di Gori (primo gol subito al Santa Colomba in questa stagione) e 1-1. Il primo tempo continua ad essere interessante con il Real Marcianise pimpante ed il Benevento sornione a controllare la gara. Nei secondi 45 minuti la musica cambia: il Marcianise sembra che abbia dato tutto nella prima frazione, mentre i giallorossi cominciano a venire fuori mostrando anche una maggiore preparazione atletica. Dopo 15 minuti il Benevento raddoppia: pallone al centro scodellato da Imbriani , controllo di Gigi Castaldo (contestatissimo dai giocatori casertani per un presunto colpo di mano) che mette palla a terra e dall’altezza del dischetto fulmina con un rasoterra fumagalli. Festa grande per gli oltre 3000 sanniti sugli spalti. E’ un monologo giallorosso, con il Marcianise che dopo essere andato sotto, non riesce in nessuna occasione a provare a raddrizzare la partita. A 20 minuti dal termine la partita la chiude il Benevento. Azione orchestrata con Tufano che dalla sinistra mette un pallone in mezzo, dove pronto è Polani che con un perentorio colpo di testa mette alle spalle di Fumagalli: è il 3-1 finale, conEnrico Polani che và a festeggiare il suo secondo gol consecutivo insieme ai suoi tifosi della sud. Un Benevento quindi che non perde colpi e che adesso è alla rincorsa dei record: infatti mancano 2 gare per raggiungere la Juventus e 3 per superarla: ci riuscirà? Ai tifosi piacerebbe entrare nella storia, a giocatori, allenatore e società interessa raggiungere l’obiettivo principale che è senza nessun dubbio la C/1.