Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Da Francesco de Sanctis a Walter Tobagi

    Attraverso la storia del sindacato dei giornalisti è possibile ricostruire una parte importante della storia del giornalismo italiano del Novecento, la quale si intreccia fortemente con la stessa vicenda della nazione italiana. Una storia che vede personalità grandi e riconosciute quali Luigi Alberini, Alberto Bergamini, Salvatore Barzilai, così come numerosi colleghi meno noti, e però mossi da un ideale comune: lottare insieme in una stessa struttura, a difesa della libertà di stampa e delle condizioni economiche e sociali di chi la esercita professionalmente.

  • Morto lo scrittore Saul Bellow

    Premio Nobel della letteratura nel 1976. Lo scrittore americano Saul Bellow e' morto all'eta' di 89 anni. Lo ha annunciato il suo editore a New York. Premio Nobel della letteratura nel 1976, Bellow era considerato uno dei grandi della letteratura americana. Nato in Canada nel 1915, Bellow ha avuto una vita sentimentalmente movimentata, con cinque mogli e quattro divorzi. Tra le sue opere piu' famose ci sono 'L'Uomo in Bilico', 'La Resa dei Conti' e, soprattutto, 'Herzog'. Il ricordo di Fernanda Pivano

  • "Manifesto contro la Democrazia"

    Per la nostra cultura la democrazia è "il migliore dei sistemi possibili", un valore così universale che l'Occidente si ritiene in dovere di esportare, anche con la forza, presso popolazioni che hanno storia, vissuti e istituzioni completamente diversi. Massimo Fini, nel suo nuovo libro "Sudditi", demolisce questa radicata convinzione. Il suo attacco però non segue le linee né della critica di sinistra, che addebita alla democrazia liberale di non aver realizzato l'uguaglianza sociale, né di destra che la bolla come governo dei mediocri. La "democrazia reale" è un regime di minoranze organizzate, di oligarchie politiche economiche e criminali che schiaccia e asservisce l'individuo, già frustrato e reso anonimo dal meccanismo produttivo di cui la democrazia è l'involucro legittimante.

  • "Il libraio di Selinunte"

    Solo, seduto a un tavolino, con una spropositata pila di libri davanti, c'era l'uomo piú brutto che avessi mai visto. Piccolo, storto, incurvato, beveva tenendo il bicchiere con due mani, appoggiandosi sui gomiti, e sembrava come a mezz'aria, perché stava seduto ma i piedi non gli arrivavano fino a terra. Vestiva un doppiopetto a righe grigie e nere molto piú grande di lui; sotto un cappello floscio, una faccia che non ci vedevi gli occhi se pure c'erano, e in mezzo alla faccia un naso adunco che sembrava appiccicato, come quelli che si mettono a carnevale per far ridere gli amici.

  • Il "romanzo totale"

    Da oggi, sul sito indicato in calce, parte un nuovo progetto di scrittura collettiva in rete ambientato in Alto Adige, realizzato da Kai Zen in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano (e il contributo di Studio Grado Zero). Chiunque potrà partecipare, inviando la sua proposta di capitolo per continuare la storia, fino ad arrivare alla stesura e pubblicazione di un vero romanzo (editrice Bacchilega).

  • Incunaboli, primi libri a stampa e documenti antichi

    Incunaboli, primi libri a stampa e documenti antichi: due giornate di studio all'Università. Si parlerà dei documenti antichi, degli incunaboli e dei primi libri a stampa nelle due giornate di studio in calendario domani, martedì 5, e mercoledì 6 aprile alla facoltà di Lettere e filosofia di Arezzo. Le iniziative, a cui partecipano esperti provenienti da università e biblioteche di tutta Italia, sono organizzate dalla sezione in Scienze del libro, diretta da Caterina Tristano, della Scuola di dottorato in “Contenuti, problemi e strumenti della comunicazione”.

  • I conti al Pontefice che verrà

    Per ricostruire il significato di uno storico papato, Ideazione.com ripropone in questa edizione speciale una selezione di articoli apparsi negli ultimi anni sulla rivista bimestrale. Si tratta di analisi di giornalisti, studiosi ed esperti che descrivono le novità impresse da Giovanni Paolo II nei decenni del suo pontificato e che hanno cambiato il corso della Chiesa. Cambiamenti con cui dovrà fare i conti anche il Pontefice che verrà.

  • Digito, dunque sono

    Oggi è nato il padre della filosofia moderna. Penso, dunque sono. Quanti esseri umani si pongono questo fondamentale interrogativo e quanti cercano di darsi una ragionevole risposta? Quanti sanno pensare il pensiero di cui sono portatori? Quanti riescono a comprendere la grandezza del dono di cui solo l'uomo è possessore? Ecco alcuni estratti del pensiero di Cartesio che è nato oggi 31 marzo 1596.

  • "Inchiesta sulla Resurrezione"

    La mattina del 9 aprile del 30 dopo Cristo. Alcune donne vanno a visitare la tomba di un uomo morto crocifisso tre giorni prima. Il sepolcro è vuoto. E quell'uomo si fa vedere a loro e poi ai discepoli. Che cosa c'è di vero nei racconti della resurrezione? Una leggenda o un fatto storicamente accaduto? Quali prove, o almeno quali indizi possiamo raccogliere su quanto avvenuto a Gerusalemme quella notte? La Sindone di Torino può essere considerata uno di questi indizi? E che fondamento hanno le teorie secondo le quali Gesù sarebbe stato sepolto nel Kashmir o si sarebbe sposato con la Maddalena, come afferma Dan Brown nel romanzo "Il Codice Da Vinci"? Questo libro cerca di rispondere a questa ed altre di queste domende sull'evento che sta all'origine del Cristianesimo.

  • "La Capanna dello Zio Tom"

    Il libro “La capanna dello zio Tom” venne pubblicato oggi nel 1852. Un romanzo molto polemico di Beecher Stowe per il suo significato politico e morale. Il vecchio zio Tom è capo apparente di un gruppo di negri schiavi la cui dignità e umanità resistono perfino di fronte alla distruzione della loro libertà nei confronti degli oppressori bianchi.