Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

« precedenti 10 | prossimi 10 »
  • Avete anche voi la "Sindrome di Tourette"?

    “Ho individuato nella sindrome di Tourette (che si manifesta con spasmi muscolari, tic, sbalzi dell'umore) -dilagante negli ultimi tempi- l'estrema risorsa dell'uomo di sfogare la sua rabbia contro il mondo; la mente, la coscienza, l'intelligenza ormai tacciono, hanno dato forfait. Non c'è più né voglia né forza di dire "no", di contrastare in qualche modo il corso delle cose” .

  • “Songs From The Divine Comedy”

    Il 22 marzo al Teatro Sociale di Rovigo uno dei più noti violoncellisti e compositori della scena internazionale, Giovanni Sollima, propone un’opera straordinaria commissionata da Franco Battiato: “Songs From The Divine Comedy”.

  • La vita in vendita su eBay

    Leggete questa notizia e vi renderete conto che la realtà supera sempre la più ardita fantasia. Intendiamoci, vendere vite nel passato è stata una cosa possibile che solamente la presa di coscienza del mondo moderno ha sconfitto. Eppure tentazioni e tentativi simili persistono e si insinuano nella mente e nella pratica degli uomini come il libro segnalato avverte. Sempre vite sono: vita di un uomo che si vende al mercato e vite non ancora nate che si vendono in grembo.

  • Giornalisti: 56 uccisi in 2004

    Il costo dell'informazione. Con 56 uccisi, il 2004 è stato l'anno più letale per i giornalisti da 10 anni a questa parte: lo rileva il Comitato per proteggere i giornalisti (Cpj, con sede a New York), presentando, oggi a Washington il suo rapporto annuale sugli attacchi alla stampa nel mondo. Dei 56 giornalisti uccisi, 36 sono stati assassinati.

  • Il Salone del libro di Parigi

    Dopo la Fiera del libro di Londra, ecco il Salone del libro di Parigi. Sono mostre nelle quali si parla della "guerra" tra il libro tradizionale e quello elettronico, ma non ci si rende conto che non è in atto una guerra bensì una trasformazione di cui non si intravedono ancora bene gli sviluppi. Una volta si parla di crisi del libro tradizionale, un'altra di Internet e quindi del libro elettronico. Io penso che i due "eserciti" si fronteggiano e si osservano in attesa degli eventi. Parlare di crisi significa rinunciare a guardare lontano: a chi si indica la luna, non si può chiedere di non vedere il dito, allo stesso modo di chi si ostina a vedere solo quest'ultimo.

  • La Fiera del Libro a Londra

    Grande affluenza di pubblico internazionale alla London Book Fair, un appuntamento riservato ai soli operatori internazionali per vendita dei diritti e seminari di aggiornamento (oltre 50 gli incontri in programma nei tre giorni di lavoro). L'Aie e' presente con uno stand collettivo con 24 editori: segnale del crescente interesse degli editori italiani a questo appuntamento.

  • Siamo tutti giornalisti

    Il problema del giornalismo in questo momento è che c'è troppo contenuto e non abbastanza contesto". Parola di Dennis Redmont, direttore dell'agenzia Associated Press per l'Italia e il Mediterraneo. Giornalista da oltre quarant'anni con esperienza in tre continenti, ha spiegato a Korazym.org come è cambiato il giornalismo negli ultimi anni, una professione che richiede un grado di responsabilità sempre più alto.

  • Libri al rogo

    Sul palcoscenico un dramma che non lascia spazio al sorriso e che ripropone l’alienazione di una società omologata nel pensiero e schiava della televisione interattiva dove i libri sono vietati e mandati al rogo assieme a coloro che vengono scoperti a conservarli o a leggerli. La messa in scena di “Fahrenheit 451“ (ovvero il grado alla cui temperatura brucia la carta), l’attualissimo testo dello scrittore di fantascienza Ray Bradbury dal quale gli attori sondriesi della Compagnia "Gente Assurda" hanno tratto una riduzione titolata “Il volo di lord Franklin“, è scivolata via in due atti veloci come la fiamma incendiaria per la regia di Gianluca Moiser (in scena nei panni del capitano Beatty), la direzione artistica di Andrea Maspero, assistente alla regia Titti Tandoi, musiche di Nicola Paganoni e Marco Scala.

  • E' morto il fondatore di Amnesty International

    Peter Benenson aveva 83 anni, fondo' l'organizzazione nel 1961. E' morto ieri sera al John Radcliffe Hospital di Oxford; aveva 83 anni. Ne da' notizia oggi la stessa organizzazione. Benenson, un avvocato britannico, come sottolinea la stessa Organizzazione, ha attuato una vera rivoluzione nei diritti umani, ha sempre rifuggito gli onori e ha rifiutato anche riconoscimenti e onorificenze, compresi quelli offertigli dai vari governi di Londra.

  • E' morto don Giussani, fondatore di Comunione e Liberazione

    Non ce l'ha fatta Don Giussani. Martedì notte alle 3.10 il fondatore di Comunione e Liberazione è morto nella sua abitazione a Milano. A stroncarlo l'insufficienza circolatoria e renale, a seguito della grave polmonite che lo aveva colpito nei giorni scorsi. Aveva 82 anni. I funerali si terranno giovedì 24 febbraio prossimo nel Duomo di Milano ed a officiarli sarà l'arcivescovo Dionigi Tettamanzi