Questo sito contribuisce alla audience di

Una casa editrice unica al mondo: "Folio Society"

Sono socio di una delle più straordinarie case editrici del mondo da oltre venti anni. Benvenuti nella FOLIO SOCIETY con sede nel cuore della vecchia e moderna Londra.

UNA CASA EDITRICE UNICA AL MONDO: LA “FOLIO SOCIETY”

Sono socio di una delle più straordinarie case editrici del mondo da oltre venti anni. Benvenuti nella FOLIO SOCIETY con sede nel cuore della vecchia e moderna Londra. I libri della FOLIO SOCIETY sono libri straordinari, unici, esclusivi. E vi spiego il perché. Non pensiate, però, che questo articolo sia sponsorizzato, pagato o sostenuto in qualche modo. Niente di tutto ciò. E’ una scelta libera che ho fatto e ho deciso di parlarne agli amici di Biblio.

La FOLIO SOCIETY, fondata nel 1947, è diventata nel mondo anglosassone qualcosa simile ad una istituzione letteraria. Integrità editoriale ed un elevato valore produttivo si fondono per dare vita ad un’unica collezione di libri straordinari per il loro contenuto letterario, l’elegante design e le ricche rilegature.

Ci sono soci di ogni parte del mondo. Essi sono lettori attenti e collezionisti di opere classiche o moderne, romanzi e non. Le pubblicazioni includono biografie, poesia, memorie, libri per bambini, libri umoristici, miti e leggende, oltre ad opere autorevoli del mondo classico. Perché i libri delle Edizioni FOLIO sono unici? Per varie ragioni.

La Società Folio ha sempre considerato il libro molto di più di un testo stampato sulla carta. Cura ed attenzione vengono date ad ogni dettaglio che caratterizza ogni libro. Gli standard produttivi di riferimento richiedono che ogni libro abbia una propria cucitura e una custodia di protezione. Un vasta gamma di materiali per la legatoria vengono impiegati: dalla tela bukram, alla seta, dalla pelle alla carta martellata o alla tradizionale tela. Per la stampa si scelgono con grande cura da una vasta selezione di caratteri a stampa antichi e moderni, rari e storici, cercando di mantenere il loro stili e profili per mezzo di una combinazione di tecniche di stampa sia moderne che tradizionali.

Negli anni del dopoguerra la FOLIO fu una delle case editrici che maggiormente si distinse per avere affidato a disegnatori famosi l’illustrazione di opere di rilevante importanza letteraria. Ancora oggi la casa editrice annovera artisti come Quentin Blake, Leonard Rosoman, Simon Noyes, Paul Hogarth e Posy Simmonds. La Società dei Disegnatori, nelle sue ambite segnalazioni annuali ha di recente premiato gli straordinari disegni di Roman Pisarev per l’edizione del “Conte di Montecristo”.

Quando Charles Ede fondò la Casa Editrice nel 1947 dichiarò apertamente di voler stampare “edizioni della grande letteratura mondiale in un formato che desse valore al contenuto alla portata di ogni tasca”. Per oltre 50 anni gli editori cercano ancora di onorare la sua intenzione. Ecco alcuni commenti di lettori che sono anche famosi scrittori ed autorevoli uomini di lettere:

‘Lovers of the written word long for higher standards, for books which are worthy of their contents. This is why Folio books are such a joy. These are carefully selected books which become part of our personal; library to be cherished, handled with pleasure, read and re-read and handed down to the next generation.’
P. D. James

‘The Folio Society has restored the art of flattering the eye . . . that they are able to sell these lovely artifacts at such reasonable prices is a matter for wonder.’
Anthony Burgess

‘The genius of the Folio Society has been to identify the books which intelligent people have always enjoyed reading.’
Auberon Waugh

‘I can think of no more enjoyable way of reading the great works of the past than in The Folio Society’s elegant volumes.’
Hugh Trevor-Roper

I giudizi della stampa sono anche la testimonianza che il pubblico ama I libri della FOLIO:

‘It is easy to become Folio-ised. The Folio Society is addictive.’
The Independent

‘Those of us who have known The Folio Society’s publications tend to take it for granted. Like Penguin books or Everest, it is always there. It has produced fine, distinguished, elegant, handsome, collectable editions: to those who “love books”, it is a thrilling imprint.’
The Times

‘Nearly 900 books have been published over the last five decades. They make a magnificent library both to read and to hold. Over the years The Folio Society has proved a model of good taste.’
The Scotsman

Ed ecco quello che hanno detto lettori comuni come me:

‘Folio books are a treasure - a joy - diamonds in a tawdry publishing sky!’
Mr. and Mrs R. Smith, Leicestershire

‘I like the expectation of something new every time I open a Folio letter addressed to me.’
Mr. B. J. Parkins, London

‘The delivery of my Folio order through the post is always a moment of sheer delight. All the books most truly are a joy to look at and to handle, as well as to read. This world would be an infinitely poorer place without the beauty and enrichment that you place within our reach.’
Mrs. E. Money, East Sussex

Ma non intendo parlare solo della qualità dei libri prodotti dalla FOLIO SOCIETY. Per essere membri di questa associazione editoriale bisogna avere uno spiccato amore per il i libri che va al di là della semplice lettura. In genere i libri si amano e poi si lasciano sugli scaffali, su tanti tipi di scaffali: quelli di casa, di una biblioteca, di uno studio, di una scuola. Si legge il libro, lo si discute con un amico, ci si fa sopra una tesi di laurea, una ricerca, uno studio, una riflessione. Lo si ripone poi, lo si dimentica, lo si perde. Raramente lo si riprende in mano, lo si riapre. Resta, molto spesso a decorare l’angolo di uno studio, di un ingresso, la sala di una biblioteca.

I libri sono libri belli, colorati, rilegati in pelle o vilpelle, in tela o in brossura. Fanno arredamento, danno tono all’ambiente, a chi li fa ammirare, a chi li possiede, li usa, li legge, o dice di usarli e di leggerli. Conosco persone che nell’arredare la loro casa hanno commissionato all’architetto arredatore tanti metri di scaffali con libri di colore rosso o verde, in tela o in pelle, di quella determinata altezza e spessore. Ma i libri della FOLIO non possono solo arredare. Sono opere che vanno lette e rilette, prese e accarezzate, toccate e spolverate, protette dalla luce per difendere i colori e le in dorature. Da essi si leva il profumo della stampa, dell’inchiostro, della carta. Un essere vivo che ti parla, implora la tua protezione, il tuo calore, il tuo amore. Si fida di te, ma non vuole restare inerte, immobile, congelato nel tempo e nello spazio. Vuole partecipare alla tua vita, arricchirla, condividerla con te e con il suo autore.

I libri della FOLIO SOCIETY sono, appunto, libri che “arredano e parlano” per i loro colori, la loro rilegatura, il loro carattere unico ed irrepetibile, nel senso che ogni singolo libro è sempre diverso l’uno dall’altro. Non esistono collane con testi tutti simili nella veste editoriale. I libri della FOLIO sono sempre diversi per colore, stampa, rilegatura ed ovviamente per contenuto. Ognuno è curato nei minimi dettagli tipografici, stilistici, redazionali.

Ma c’è ancora un’altra cosa importante che caratterizza la FOLIO SOCIETY. Ogni lettore è anche membro della “società” nel senso che ogni anno si impegna ad acquistare almeno quattro volumi editi dalla editrice. Così facendo potrà partecipare alla vita della casa ricevendo una rivista trimestrale di aggiornamento sui titoli pubblicati, sul mercato librario, e sui contatti con i soci. Di recente ho ricevuto un invito a partecipare alla programmazione editoriale per i prossimi anni. Un questionario mi invitava, infatti, a rispondere sui titoli di mio maggiore gradimento per i futuri acquisti.

Antonio Gallo

http://www.foliosoc.co.uk

Ultimi interventi

Vedi tutti