Questo sito contribuisce alla audience di

Evoluzione e religione

Si diffonderà mai l’idea che religione e scienza sono distinte, non contradditorie e possono convivere? La religione si occupa del trascendente, va oltre i limiti dell’esperienza, richiede la Fede, la scienza studia la realtà oggettiva percepita dai sensi, sviluppa teorie che cercano di spiegare, ma non pretende che gli adepti si impegnino usque ad sanguinem, perché sa di percorrere una scala e che verranno altri capaci di salire un po’ più in alto. Anche per approfondire la teoria dell’evoluzione e avvicinarsi ancor di più alla verità scientifica.

Ragion Politica, giornale diretto da Gianni Baget Bozzo, il cui personale pensiero politico è spesso condivisibile, ha pubblicato un anno fa la recensione di un saggio contrario alla teoria dell’evoluzione. Il titolo, “Per finirla con l’evoluzionismo”, è già un arrogante preannuncio. Ora giunge notizia che in Kentucky verrà inaugurato il Museo della Creazione, voluto dai fondamentalisti Cristiani degli Stati Uniti per promuovere l’idea che il mondo non è il risultato dell’evoluzione, ma è stato creato da Dio nella forma attuale. Saranno esposti modelli di dinosauri e di esseri umani presentati come coesistenti, per fugare l’opinione di cambiamenti nel tempo e respingere l’idea che dinosauri e uomini siano stati presenti sulla Terra a distanza di decine di milioni di anni, come invece confermano fossili e geologia. In altre sale si troveranno immagini di Adamo ed Eva ed un planetario per dimostrare che Dio ha creato la Terra in sei giorni.
(continua al link)

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati