Questo sito contribuisce alla audience di

194. Yugoslavia

Oscar Davico (1909-1989): poesia patriottica di un poeta yugoslavo

La cella

Notte fredda in una cella.
Il dito sulla parete, dormi-veglia.
Solo nello spazio scuro,
miagolo, perduto come un bimbo che cerca casa.

Le mie forze si allentano – fino a diventare nulla…
Per favore… venite…
raccontatemi storie di luna
e dormirò con esse ora.

Dolce ragazzo abbattuto,
muoio nel tuo buio:
ti chiamano assassino –
ti amo di più.

Non ho mai ucciso. Ho lottato
per la libertà, la pace,
per la vita e un cuore calmo.
Una buona guerra.

Ho dato i miei anni vivi
a tutto: e ci credo.
So che il Tempo Nuovo sta arrivando –
vedo il suo primo sole.

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati