Questo sito contribuisce alla audience di

“Songs From The Divine Comedy”

Il 22 marzo al Teatro Sociale di Rovigo uno dei più noti violoncellisti e compositori della scena internazionale, Giovanni Sollima, propone un’opera straordinaria commissionata da Franco Battiato: “Songs From The Divine Comedy”.

Il violoncello di Giovanni Sollima per i versi della Divina Commedia. Un connubio inconsueto come è stile di Sollima, sempre interessato ad attraversare nuove frontiere artistiche nelle sue composizioni. Su questo terreno è stato provocato da un altro amante delle colte contaminazioni, come Franco Battiato, che gli ha proposto una composizione ispirata ai versi di Dante.

Basata sul testo originale della Divina Commedia, l’opera esprime la creatività di un artista poliedrico come Giovanni Sollima, che da sempre offre al suo pubblico originali contaminazioni fra generi diversi. Rock, jazz, electric, minimalismo anglosassone e musica etnica della Sicilia e di tutta l’area mediterranea, sulla base di una profonda preparazione classica sono la formula dello stile inconfondibile di Sollima, che nelle sue creazioni si avvale dell’utilizzo di strumenti acustici occidentali ed orientali, di strumenti elettrici ed elettronici, e di altri di sua invenzione.L’opera proposta al Teatro Sociale si caratterizzerà per il magico ensemble di note, immagini e versi danteschi impreziositi dalla presenza di due prestigiosi nomi: Todd Reynols (violino e voce) e Rosie Wiederkher (voce).

Giovanni Sollima, violoncellista e compositore, nasce a Palermo nel 1962 da una famiglia di musicisti. Presso il Conservatorio della sua città si diploma in Violoncello con Giovanni Perriera e in Composizione con il padre, Eliodoro Sollima , perfezionandosi al Mozarteum di Salisburgo e alla Musikhochschule di Stoccarda con Antonio Janigro e Milko Kelemen. Fra i maggiori interpreti delle sue composizioni, eseguite dal 1992 in tutto il mondo, vi sono direttori come Riccardo Muti con la Filarmonica della Scala, Gidon Kremer con la Kremerata Baltica, Yuri Bashmet con I Solisti di Mosca; solisti come Yo-Yo Ma, Mario Brunello e Bruno Canino; coreografi come Carolyn Carlson e Karole Armitage; interpreti vocali come Bob Wilson e Ruggero Raimondi; DJ come DJ Scanner.

In veste di solista o con diversi gruppi strumentali (tra i quali la “Giovanni Sollima Band”, da lui fondata a New York con elementi dei “Bang-on-a-Can”), dal 1995 Sollima esegue la sua musica presso sedi prestigiose, ma anche in ambiti alternativi, vicini al pubblico più giovane e di confine
Per presentare l’originale opera Giovanni Sollima incontrerà gli studenti del Conservatorio di Rovigo presso la sede dello stesso, alle ore 11.30 di martedì 22 marzo 2005; l’invito è rivolto anche a tutto il pubblico interessato a partecipare.

Martedì 22 marzo - Teatro Sociale, Rovigo

Ultimi interventi

Vedi tutti