Questo sito contribuisce alla audience di

Prosegue in Portogallo il progetto “La Bibbia Manoscritta”

Lettura e scrittura sono due momenti essenziali per la costruzione del pensiero comunicato a se stessi e agli altri. Un pensiero che abbia significato deve essere un pensiero vissuto, personalizzato, intimizzato attraverso il possesso che lo solo la parola vergata a mano, e non al computer, può dare. Quelle parole antiche che provengono dalla notte dei tempi, trascritte a mano e a mano ritrasmesse, rifondano la parola e danno un senso diverso al significato. Chi vive questo esperimento molto particolare e interessante avrà la possibilità di "sentire" proprie quelle parole che si trasformano in ognuno degli "scrittori" in "Parola" rivelata e trasmessa agli uomini a distanza di millenni.

LISBONA, venerdì, 18 marzo 2005 (ZENIT.org).- La Società Biblica Portoghese (SBP) sta estendendo il progetto “La Bibbia Manoscritta”, lanciato nel novembre 2004 e che aveva coinvolto oltre 20.000 portoghesi nella copiatura a mano dei testi della Sacra Scrittura, a varie regioni del Paese che non hanno partecipato direttamente all’iniziativa, secondo quanto reso noto dalla “Agenzia Ecclesia”.

In questo modo il Portogallo continuerà a scrivere la Bibbia fino all’ottobre 2005, quando un esemplare dell’opera verrà consegnato alla Biblioteca Nazionale in occasione dell’inaugurazione dell’esposizione “La Bibbia e la Cultura Portoghese”. Un altro sarà poi offerto alla Biblioteca di Alessandria.

La decisione di estendere l’iniziativa è stata presa dalla SBP dopo aver ricevuto richieste da varie parti del Paese che si erano sentite “escluse” perché distanti dai 22 “scriptoria”, istituiti nei capoluoghi distrettuali.

“Era impossibile lavorare in centinaia di città per un periodo di 15 giorni, per cui all’epoca abbiamo dovuto limitarci ai capoluoghi”, ha riferito il Coordinatore generale del progetto, Alfredo Abreu.

Finora più di 15 città hanno lavorato con la SBP per ripubblicare le copie manuali della Bibbia. Il progetto può coinvolgere qualsiasi parrocchia o comunità cristiana interessata; è necessario contattare il Comune, partner privilegiato della SBP.

“Preferiamo che sia così per mantenere il carattere aperto del progetto”, ha spiegato Abreu.

Le reazioni all’iniziativa continuano ad essere fra le più svariate: dal punto di vista dell’evangelizzazione e della catechesi alla promozione dei valori fondamentali della cultura, passando per l’atteggiamento devozionale, c’è “gente che rimane profondamente sensibilizzata ed emozionata perché questa Parola, millenaria, provoca un impatto personale molto profondo”, ha concluso.

[Per ulteriori informazioni: www.sociedade-biblica.pt]
ZI05031801

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati