Questo sito contribuisce alla audience di

Avete mai pensato di intervistare Dio?

Immaginate di poter incontrare Dio, comunque ve lo raffiguriate. Che crediate, oppure oppure no. Chiamatelo come volete, trovatelo dove vi pare, chiedetegli quello che volete. Sapete benissimo cosa siete, chi siete, dove vi trovate, cosa fate. Il colore della vostra pelle, la vostra religione, la vostra cultura, la vostra lingua, la vostra famiglia, il vostro condominio, la vostra scuola, la vostra fabbrica, l'ufficio, il partito, la parrocchia. Sia che vi troviate al sud come al nord, a est come all'ovest, avete però un dubbio, che si divide in tanti dubbi, nonostante il colore della vostra pelle, il conto in banca o la grande miseria che vi affligge. Tutti sembrano che sappiano tutto. Ma, se ci pensate un pò, non sappiamo niente di niente. E allora tutti vorremmo chiederlo a Lui. In poche o molte domande. Voi che gli domandereste? nel mentre ci pensate leggetevi questa intervista.

The interview with God
Intervista con Dio

I dreamed I had an interview with God.
Ho sognato un’intervista con Dio

“So you would like to interview me?” God asked.
“Allora, tu vorresti intervistarmi?” Dio chiese.

“If you have the time” I said.
“Se hai tempo” dissi.

God smiled. “My time is eternity.”
Dio sorrise. “Il mio tempo è l’eternità.”

“What questions do you have in mind for me?”
“Che domande vuoi farmi?”

“What surprises you most about humankind?”
“Che cosa ti sorprende di più dell’umanità?”

God answered…
“That they get bored with childhood,
they rush to grow up, and then
long to be children again.”

Dio rispose…
“Che si annoiano ad essere bambini,
hanno fretta a crescere, e poi
vogliono diventare bambini di nuovo.”

“That they lose their health to make money…
and then lose their money to restore their health.”

“Che perdono la salute per fare soldi…
e poi perdono i soldi per recuperarla.”

“That by thinking anxiously about the future,
they forget the present,
such that they live in neither
the present nor the future.”

“Che pensano troppo al futuro,
e si dimenticano del presente,
e così non vivono
nè l’uno nè l’altro.”

“That they live as if they will never die,
and die as though they had never lived.”

“Che vivono come se non dovessero mai morire,
e muoiono come se non fossero mai vissuti.”

God’s hand took mine
and we were silent for a while.

Dio prese la mia mano nella sua
e rimanemmo in silenzio per un pò.

And then I asked…
“As a parent, what are some of life’s lessons
you want your children to learn?”

E poi chiesi…
“Come genitore, quali sono le lezioni della vita
che vuoi i tuoi figli imparino?”

“To learn they cannot make anyone
love them. All they can do
is let themselves be loved.”

“Devono sapere che non possono
costringere nessuno ad amarli. Tutto quanto
essi possono fare è che si lascino amare.”

“To learn that it is not good
to compare themselves to others.”

“Devono sapere che non è bene
paragonare se stessi agli altri.”

“To learn to forgive
by practicing forgiveness.”

“Devono saper perdonare
praticando il perdono.”

“To learn that it only takes a few seconds
to open profound wounds in those they love,
and it can take many years to heal them.”

“Devono sapere che ci vuole poco
ad aprire ferite profonde in chi si ama,
e ci vogliono anni per guarirle.”

“To learn that a rich person
is not one who has the most,
but is one who needs the least.”

“Devono sapere che una persona ricca
non è una persona che ha tutto,
ma una che ha bisogno di meno.”

“To learn that there are people
who love them dearly,
but simply have not yet learned
how to express or show their feelings.”

“Devono sapere che ci sono persone
che li amano teneramente,
ma non hanno ancora imparato
a come mostrare i loro sentimenti.”

“To learn that two people can
look at the same thing
and see it differently.”

“Devono sapere che due persone
possono guardare la stessa cosa
ma vederla in maniera diversa.”

“To learn that it is not enough that they
forgive one another, but they must also forgive themselves.”

“Devono sapere che non è abbastanza
perdonare gli altri, devono saper perdonare se stessi.”

“Thank you for your time,” I said humbly.
“Grazie per avermi ascoltato” dissi con umiltà.

“Is there anything else
you would like your children to know?”

“C’è altro che vorresti
far sapere ai tuoi figli?.”

God smiled and said,
“Just know that I am here… always.”

Dio sorrise e disse,
“Dì ad essi che io sono qui… sempre.”

-author unknown
- autore sconosciuto

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati