Questo sito contribuisce alla audience di

Un libro per chi non sa leggere

Esistono innumerevoli club o circoli del libro in tutto il mondo. Tutti hanno i libri al centro della loro attenzione: promuovono la lettura, informano i lettori, distribuiscono libri a prezzi scontati, favoriscono incontri tra autori e lettori, insomma fanno di ogni libro un uomo. C’è un club speciale di cui voglio parlarvi, per la cui iscrizione si paga una certa somma, ma in cambio non si ricevono libri. Voi pagate una cifra, che potete decidere voi stessi, ma qualche altra persona riceve i libri.


Un club davvero speciale, che finora ha distribuito oltre trenta milioni di libri in paesi dove la gente non solo non sa leggere, non sa nemmeno cosa siano e a cosa servono i libri. E’ un club davvero diverso, per un’idea molto originale e che sta riscuotendo molto successo. E’ un pò come riempire o svuotare il “mare” a colpi di secchi, dipende dai punti di vista, se si pensa al grande continente africano a cui gli operatori del circolo si rivolgono: il “mare” della fame, dell’ignoranza, della guerra, delle malattie, della miseria.


“Se sai leggere, potrai volare: i libri sono come uccelli magici” questo è lo slogan che il “Book Aid International” una fondazione inglese, ha fatto propria per diffondere il suo messaggio nel mondo. Lo ha affidato alla voce ed alle immagini dell’attrice e modella britannica Joanna Lumley. “Ho incontrato tanta gente straordinaria viaggiando per tutta l’Africa. Per tante di queste persone ho scoperto che i libri sono molto di più di uno strumento di relax o di svago. Essi sono, infatti, uno strumento vitale per apprendere nuove abilità, esssenziali per vivere e sopravivere, salvandosi dalla povertà, dall’ignoranza, dall’isolamento. Book Aid International ogni anno distribuisce in circa 20 Paesi che hanno deciso di aderire all’operazione libri. Molti di questi sono nella fascia del continente del sub Sahara africano. Paesi nei quali un libro può arrivare a costare e valere quanto un salario mensile di un lavoratore nei campi. Paesi che hanno il triste primato di essere tra i più poveri al mondo e nei quali il Club opera da diverso tempo. Ad esempio, nel campo dei rifugiati di Kakuma nel nord del Kenya, dove un insegnante inglese, Paul Mitchell, dice: “Qui i rifugiati hanno perduto tutto nella loro fuga verso la libertà. I libri possono aiutarli a costruirsi un futuro migliore”.

Come funziona allora questo Circolo? Per mezzo di donazioni che vanno dalla modica somma di 6 sterline a donazioni mirate, il socio che decide di aderire permette la spedizione in un anno di ben 48 volumi, libri che trasformeranno la vita di tante persone e comunità che hanno bisogno di tutto, ma sopratutto di saper costruirsi mentalmente un proprio futuro. Libri per ragazzi, adulti, donne, studenti universitari, ricercatori universitari. Aiutiamo a far volare come uccelli tanti bambini sulle ali e sulle pagine dei libri. Invito gli amministratori di DADA, delle Guide Supereva e gli utenti di Bibliomania a partecipare a questa impresa: ogni uomo è un libro, ogni libro è un uomo.

Ultimi interventi

Vedi tutti