Questo sito contribuisce alla audience di

La biblioteca in pillole

Immaginate di aprire il vostro oggetto verticalmente, come in genere aprite un comune libro. Le due pagine sono sostituite dalle due facciate a schermo. Esse sono la perfetta analoga riproduzione delle pagine di un libro convenzionale. Ora potete scegliere da una vasta gamma di titoli da leggere, in base ai vostri gusti, per autore o genere. Sedete e rilassatevi. Potete cominciare a leggere con un leggero tocco della vosta penna sullo schermo oppure delle dita.

Sono centinaia i titoli tra romanzi, saggi e commedie a vostra disposizione. Il formato dell’oggetto è quello di un popolare libro tascabile. Ma, state tranquilli, non avrete problemi di lettura. Potrete adattare la grandezza dei caratteri del libro prescelto ai vostri occhi e al vostro gusto. Non avrete neanche problemi di ricordare dove avete smesso di leggere. Non avrete bisogno di segnalibri, ma non potrete fare la solita orecchietta alla pagina per ricordare dove avete smesso di leggere, prima di chiudere il vostro lettore elettronico. Un tocco della penna vi aiuterà come segnalibro. Avete tra le mani un Nintendo Ds e-reader

La nota console portatile si è trasformata in lettore di ebook grazie a un accordo con l’editore HarperCollins e a una cartuccia contenente oltre centinaia di titoli tra i classici della letteratura inglese. E così dalla console nacque l’ e-reader. E senza troppo sforzo. Così è successo a Nintendo Ds, che presto beneficerà di un accordo con l’editore HarperCollins per portare sull’apparecchio portatile da gioco tutti i libri che si vogliono. Una speciale cartuccia ha trasformato dunque la console in lettore di ebook, mettendo a disposizione una serie di classici che vanno da Shakespeare e Dickens a Jane Austen e le sorelle Brontë. Gli utenti potranno sfruttare il doppio schermo usando le dita o una penna per girare le pagine.

Un primo passo, forse una sperimentazione, quella di Nintendo. Se dovesse avere successo, potrebbe essere presto estesa ad altri titoli e mercati. Del resto per il produttore giapponese la discesa in campo nel settore giovane ma concorrenziale degli e-reader risulta abbastanza agevole, considerata specialmente la diffusione della console e il costo contenuto per aggiornarla in lettore. In lizza ci sono in particolare il Sony Reader e il Kindle di Amazon, apparecchi più sofisticati e costosi.

Il modo di leggere viene così radicalmente trasformato, allo stesso modo di come la scrittura elettronica ha definitivamente accantonato penne e matite, per non dire della macchina da scrivere che è finita al museo. L’evoluzione della specie non è ancora finita se si pensa che è stato introdotto sul mercato globale anche il lettore elettronico per quotidiani. Caso particolare è poi quello dell’iPhone, trasformato in e-reader da un’applicazione scaricabile che offre libri gratuiti da siti contenenti testi di pubblico dominio, come il Progetto Gutenberg. Ma la scelta di Nintendo è anche in linea con la strategia di allargare il suo pubblico, uscendo dalla nicchia dei giocatori puri, come hanno dimostrato il titolo Brain Training per DS e la stessa console Wii.

Insomma, sul mercato contemporaneo, nuove idee attirano sempre altre idee, in un continuo turbinare di novità e cambiamenti. Già si annuncia una speciale “cimice” da collocare in un orecchio, come quella per i duri di orecchio, mediante la quale potremo non solo leggere il testo del libro che abbiamo deciso di leggere. Potremo ascoltarlo, “vederlo”, visualizzandone le immagini per mezzo di opportuni collegamenti neurali direttamente inviati al cervello. Insomma i libri non li leggeremo più. Li vivremo, come in un film …

Ultimi interventi

Vedi tutti