Questo sito contribuisce alla audience di

La Fiera del libro di Francoforte

Siamo davvero ciò che leggiamo. Leggiamo quindi siamo. La Fiera del Libro di Francoforte è un punto di incontro degli esperti di libri di tutto il mondo. Editori, scrittori, librai, agenti, venditori, distributori ogni anno si incontrano nel mese di ottobre a Francoforte per creare qualcosa di nuovo.

La Fiera è la più importante del genere che si tiene al mondo. 7.500 presenze provenienti da 100 paesi, circa 300.000 visitatori con oltre 10.000 giornalisti. Tutti hanno la possibilità di espandere il proprio business, le proprie relazioni e gettare ponti verso il futuro, facendo nuove scoperte: il mercato digitale illumina questo scenario e costruisce l’orizzonte del futuro. Non a caso l’ospite d’onore di quest’anno è la Cina, un Paese che di per sè è già un mercato imponenente che si affianca ad altri altrettanto grandi ed in espansione.

I libri hanno bisogno di contenuti. Non è pensabile un libro senza contenuti. Questi devono essere però quelli giusti. La Fiera del Libro di Francoforte è il mercato più importante in questo settore anche per quanto riguarda i diritti e le licenze. E’ disponibile un database che include 18.000 titoli di 77 paesi in 49 lingue. Ogni libro, si sa, contiene un messaggio. Questi messaggi hanno bisogno di un pubblico. Se si vogliono presentare autori o progetti, dati di mercato, aprire discussioni e dibattiti questa è l’occasione giusta per farlo. Si possono seguire seminari, conferenze e mostre. Le manifestazioni saranno circa tremila sui più svariati argomenti ai quali saranno interessati oltre migliaia di giornalisti di tutto il mondo.

I libri aiutano a costruire ponti. I ponti creano connessioni ed opportunità La Fiera di Francoforte è come il salotto del mondo pee qualche giorno. Si potranno discutere argomenti aperti in tutti i vari centri e circoli editoriali e culturali del mondo. Si parlerà di partneriato, associazione, iniziative, opportunità, comunicazione. I libri influenzano il futuro. Guardate a ciò che sta avvenendo in Cina, ospite d’onore di quest’anno. Questo grande Paese apre prospettive nuove e diverse per il futuro.

Non c’è futuro senza istruzione. I libri concorrono ad educare, istruire i popoli del mondo. Ancora oggi, però, circa 800 milioni di persone non sanno nè leggere nè scrivere. Come fare per ridurre questo grave analfabetismo facendo in modo che tutti possano non solo leggere e scrivere ma ricevere tutte le opportunità di crearsi una vita migliore per mezzo dell’struzione e dell’educazione? Una speciale sezione della Fiera si occuperà dell’istruzione per il futuro per mezzo di scambi e trasferimento di conoscenze tra i vari partecipanti.

I libri sono i media, tutti i media ormai. I media fanno tendenza. Il mondo dell’e-book è tra di noi, ormai non è più un estraneo ed è qui per restare, per trasformarsi e trasformarci. Perchè questo è il punto più importante di manifestazioni come questa della Fiera di Francoforte: leggere il presente per costruire il futuro. Tutti coloro i quali sono coinvolti: stampatori, editori, autori, progettisti, agenti, bibliotecari, traduttori hanno bisogno di essere aggiornati, stimolati in cerca di novità, innovazione, nuova produzione. Ogni bibliofilo o bibliomane troverà pane per i suoi denti a Francoforte. Quest’anno, come ogni anno, nel mese di ottobre.

Ultimi interventi

Vedi tutti