Questo sito contribuisce alla audience di

Lungo ma non grande

Il Giappone dell'epoca Heian (IX-XII secolo): un paese chiuso, isolato dal continente asiatico, che contiene un altro paese chiuso, quello dell'aristocrazia di corte, al cui interno si trova il microcosmo delle nyo-bo, l'élite delle dame. Nella piú ovattata di queste scatole cinesi, gineceo dell'aristocrazia, si svolge la storia del principe Genji, luminoso per intelligenza, cultura, bellezza.


Uno dei più lunghi, ma non più grandi romanzi giapponesi scritto da una una donna di corte dell’imperatrice Akiko il cui vero nome si è perso tra i fogli del tempo. Una grande saga che narra la storia di corte di un certo principe Genji e le sue avventure d’amore nei primi quarantaquattro capitoli del libro. A questa saga fa seguito quella del figlio putativo nei successivi dieci capitoli i quali possono essere stati scritti da qualche altro scrittore, uomo o donna che sia. Ciò riflette certamente il cambiamento di stile nella scrittura di Murasaki. L’alta società nel periodo Fujiwara la si può osservare e studiare in questa prosa narrativa anche se la grossolanità e lo sprezzo tra uomini e donne spesso si trasforma in sottile alleanza e litigi. Oltre mille pagine da leggere e consigliare a chi non riesce a dormire o a chi ha perduto il sonno.

Ultimi interventi

Vedi tutti