Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • E' importante celebrare il Natale?

    La domanda è antica ma vale la pena porsela ancora oggi in questa epoca in cui il postmodernismo sembra interrogarsi sulla reale consistenza di ideali modernisti come la razionalità, l’obiettività, il progresso e ad altre idee di derivazione illuministica. Se la pose tra gli altri un intellettuale italiano in un suo libro “diario” diventato poi famoso, scritto tra l'ottobre del 1929 e il maggio del 1957 uscito col titolo di “Diario in pubblico”.

  • Natale di amore e di odio

    La dualità è alla base della nostra vita: uomo donna, bianco nero, nord sud, est ovest, yin yang, on off, tutti alla ricerca della perduta, antica unità. Almeno così sembra. Anche se non tutti lo vogliono ammettere ed affermano che è la realtà che è in continuo movimento e non esistono contrapposizioni. Questa realtà si presenta in situazioni che vengono individuate come opposte e contrastanti, ma in effetti sono un tutt’uno. Ma allora bisogna chiarire questa dualità che diventa dualismo come nel caso di ciò che è bene e ciò che è male. Anche come quello del Natale che si avvicina ancora una volta. Per alcuni è un “bene” per altri un “male”.

  • Halloween contro Guy Fawkes

    La leggenda di Halloween narra che nella notte dell’ultimo giorno di ottobre le streghe e gli spiriti del male vagano per la terra in piena libertà. Vanno in cerca di un luogo adatto dove rifugiarsi, considerato che il giorno successivo si festeggeranno tutti i Santi dai quali devono fuggire. Nei tempi antichi, è comprensibile, abbondavano le superstizioni per questa data. Non ce ne sono molte al giorno d’oggi anche se, nella mente della gente, in molte parti anche del nostro Paese, alcune superstizioni continuano a vivere sotto diverse spoglie.

  • La Cina e la fine del mondo

    E’ appena uscito un libro che narra la storia di una nazione e della sua più grande crisi nella storia dell’umanità: acque inquinate, surriscaldamento, desertificazione. Questa nazione sta conoscendo il maggiore disastro ambientale di tutti i tempi. Ora si trova a fronteggiare scelte difficili, se non impossibili: accettare la catastrofe o fare cambiamenti radicali. L’avrete capito bene: questa nazione è la Cina. Sta scritto tutto a chiare lettere in questo libro appena uscito in Inghilterra.

  • Sull'utilità delle brutte parole

    "Colui che per la prima volta ha lanciato all'avversario una parola ingiuriosa invece che una freccia è stato il fondatore della civiltà". (John H. Jackson). In un'epoca di conflitti accesi e di complessità crescente come l'attuale, sono poche le cose sulle quali le persone sono normalmente d'accordo. In politica, economia, letteratura, morale e religione, è difficile incontrare condivisioni di larghe dimensioni. Le opinioni esplodono in mille schegge di pensiero che raramente si ricompongono, dando spesso vita a contrasti che nessun compromesso riesce ad appianare definitivamente.

  • La condizione umana

    "La condizione umana" è una frase, anzi non è nemmeno una frase, bensì una espressione molto usata in letteratura, ed in genere nella comunicazione di ogni giorno, per descrivere un modo di essere, un sentimento, uno stato d'animo di qualcuno o di gruppi umani che si affacciano alla finestra del mondo ed osservano se stessi e gli altri. E' anche il titolo di un quadro che a me piace molto davanti al quale ho trascorso diverse ore.

  • Studiare la salute

    Se riuscite a rafforzare le difese del vostro organismo, esso sarà talmente ben armato che, messo di fronte a quella resistenza, il nemico, ossia la malattia, farà dietro front. La prova: nel corso di epidemie, si sono viste persone circolare tranquillamente fra i malati senza mai esserne contaminate; altre, invece, pur avendo preso ogni sorta di precauzioni, venivano contagiate dal male. Perché?

  • Un libro per chi non sa leggere

    Esistono innumerevoli club o circoli del libro in tutto il mondo. Tutti hanno i libri al centro della loro attenzione: promuovono la lettura, informano i lettori, distribuiscono libri a prezzi scontati, favoriscono incontri tra autori e lettori, insomma fanno di ogni libro un uomo. C’è un club speciale di cui voglio parlarvi, per la cui iscrizione si paga una certa somma, ma in cambio non si ricevono libri. Voi pagate una cifra, che potete decidere voi stessi, ma qualche altra persona riceve i libri.

  • Gomorra, Mamma RAI e il problema del Male

    Ricordo che quando venne appena pubblicato "Gomorra", il libro di Roberto Saviano, ne acquistai quattro copie di quelle prime cinquemila preventivate dall'editore: una la inviai negli States, le altre due per due amici, ed una la tenni per me.

  • Il tempo del bibliomane

    Questo libro parla della vita così come la viviamo ogni giorno, fisicamente parlando, a tutte le età, sotto ogni latitudine, chiunque siamo, giovani o vecchi, ricchi o poveri. Mi riferisco alla condizione fisica. Parla di come e perchè la meteorologia influenza la nostra salute. Perchè di influenza vera e propria si parla, un lento, costante, continuo "scorrere dentro, insinuarsi" del tempo nella nostra mente e nel corpo. Ed è proprio il caso di dire che la meteopatia diventa sempre più diffusa.