Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Ma stiamo parlando ancora di libri?

    Questa è la domanda che si è posta ad un certo punto uno dei partecipanti al convegno sull’editoria elettronica che ha avuto luogo nei giorni scorsi a Milano. Una densa giornata di studio e di discussioni, centrata sul futuro del libro cartaceo considerato già defunto, sostituito dal libro elettronico, con tutto quanto ne possa conseguire circa il futuro della comunicazione.

  • Editoria e innovazione tecnologica 2010

    Editech è una giornata organizzata dall’Associazione Italiana Editori (AIE) per far conoscere agli operatori le tendenze in atto e le prospettive nell’ambito del’innovazione tecnologica nel settore editoriale a livello internazionale. È il principale evento italiano specificamente dedicato all’editoria libraria e ha l’obiettivo di aiutare gli editori a definire le loro strategie digitali di breve e di lungo periodo, comprendendo le opportunità e i rischi che il passaggio al digitale comporta.

  • Bibliofili, bibliomani, bibliofolli, ovvero librovori

    La gaia scienza: raramente l’espressione nietzschiana è stata così azzeccata per un libro... un libro sui libri! Dal papiro ai supporti elettronici, percorriamo duemila anni di storia del libro attraverso una discussione contemporaneamente erudita e divertente, colta e personale, filosofica e aneddotica, curiosa e gustosa. Passiamo attraverso tempi diversi e diversi luoghi; incontriamo persone reali insieme a personaggi inventati; vi troviamo l’elogio della stupidità, l’analisi della passione del collezionista, le ragioni per cui una certa epoca genera capolavori, il modo in cui funzionano la memoria e la classificazione di una biblioteca.

  • E' arrivato il vook!

    La bibliomania è una patologia che non attacca ormai più i semplici lettori di libri ossessionati in un modo od un altro dai libri. Questa mania antica di collezionare, raccogliere, vendere, comprare libri antichi o moderni, scriverli, stamparli, per poi leggerli o non leggerli, ormai prende tutti coloro i quali ruotano intorno a questo oggetto strepitoso che è il libro. Dalle incisioni sulle pietre ai rotoli ed ai papiri, dalle pareti di Pompei alla stele di Rosetta, dalla pressa di Gutenberg al libro elettronico, di strada il libro ne ha fatta. E il cammino non sembra ancora vedere il punto di arrivo.