Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Incunaboli e cinquecentine

    Pur avendo avuto parte importante nello sviluppo dell'arte della stampa, non si è visto in Italia un uguale sviluppo delle scienze del libro, specialmente nella pubblicazione di cataloghi di fondi librari a stampa. Tutto il capitolo dedicato ai grandi cataloghi di biblioteca e alle bibliografie divise per secolo, vede l'Italia in posizione assai defilata, a vantaggio - come ben si sa - dei paesi di lingua tedesca e inglese. Solo dalla metà degli anni Settanta del secolo scorso, concluso il censimento degli incunabuli conservati nelle biblioteche italiane, abbandonata - troppo tardi - l'impresa di pubblicare un catalogo collettivo del patrimonio bibliografico delle biblioteche statali e iniziati i primi esperimenti nel trattamento automatizzato dei dati bibliografici, i bibliotecari italiani hanno ritenuto che fosse giunto il momento di dedicarsi alla catalogazione dei libri antichi conservati (sarebbe meglio dire: depositati) in gran numero nelle biblioteche, spesso anche in quelle di piccole dimensioni e appartenenti alle più differenti titolarità.