Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • La biblioteca è una specia di harem

    Per la maggior parte della gente i libri sono soprammobili di carta. Per la minor parte, un enorme problema. Dove metterli? Come metterli? Perché metterli in un modo o nell’altro? La libreria, oltre alla distruzione del reddito, è una perenne condanna. Quando si supera la soglia dei 10mila volumi (cifra al di sotto della quale bastano due scaffali dell’Ikea con sopra l’enciclopedia I Quindici, due Simenon e il Marcovaldo), sistemare la libreria è un’arte. Heinrich Mann diceva che una casa senza libri è come una stanza senza finestre. Con troppi, però, si rischia di rimanere all’addiaccio. Fermo restando che la questione principale è lo spazio, una libreria è come un giardino all’italiana: occorrono armonia, genio e regole, prima di tutto «materiali».