Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • Libri mostruosi gratis in rete

    Ecco il futuro: libri gratis. Si spera ovunque sia possibile leggere, riflettere, scambiarsi idee, pensieri, progetti. Io dò un Proust a te, tu mi dai un Petrarca, lui mi passa un Joyce, noi ci troviamo un Calvino, voi mi fate leggere un Conrad, essi se la stanno vedendo con Beckett. Immaginate scaffali all'entrata della metropolitana, all'ingresso dello stadio, davanti alla chiesa, di fronte al mare sulla spiaggia di Positano, accanto alla seggiovia di Cortina, in cima al Faito, di lato alla statua della Madonnina della neve, nei saloni per uomini e quelli per signore, tra gli attrezzi delle palestre, sui bordi delle piscine, a bordo dei treni, vicino alle scalette degli aerei pronti al decollo, sulla banchina per l'imbarco al porto dei pensieri di chi viaggia, arriva, sosta, decolla, per riflettere, pensare, immaginare, evadere, in nome e per conto dei libri e del piacere che essi danno nella lettura. Un momento: avevo dimenticato di dirvi che per ora i libri sono sì gratis, ma solo in rete. Davvero? E dove? Come? Perché? Leggetevi questa intervista di un editore "pazzo".