Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • La storia di Boadicea

    L’imperatore Claudio era riuscito a sottomettere le tribù ribelli che erano diventate turbolenti dopo l’assassinio di Caligola e lo sbandamento del potere centrale di Roma. Gli Iceni avevano acconsentito a sottomettersi negoziando la gestione del loro regno. Erano seguiti diversi anni di tranquillità caratterizzati da scambi commerciali con Roma la quale inviava a Britannia sempre più spesso suoi emissari con il compito di gestire la realtà locale nel modo più conveniente prima per sé e poi eventualmente per l’altra parte. La protezione romana si concretizzava, di fatto, nella vita di ogni giorno anche in forma di traffici che prevedevano finanziamenti, prestiti, istruzione, attività commerciali ed impiegatizie le più svariate, da quello degli schiavi a quello delle merci.

  • L'anglomania di Alvano

    L’anglomania è una forma di fantasia accentuata come tutte le parole che contengono il suffisso ‘mania’. Spesso il significato che si dà a queste parole degenera in un eccesso alterando la realtà. Quando Alvano decise di partire per Britannia non sapeva molto né dell’isola né dei suoi abitanti. Se penso a quello che sia io che lui crediamo di sapere di tutto ciò che è “inglese” riferito alla cultura e alla storia di quelle isole, a distanza di mezzo secolo, è piuttosto difficile pensare a ciò che Alvano aveva in testa a quel tempo.

  • 4. Il fiume

    Il fiume, già simbolo di vita e di prosperità, sarebbe stato la causa della sua fine. Forse anche per quelle captazioni selvagge, per il continuo inquinamento, per lo sfruttamento dei terreni, lo avevano trasformato in serpente motoso, nel silenzio di una natura inerte ed inerme. Sarniner, il dio dai lunghi e biondi capelli, dalle corna ritorte d’ariete, un tempo era il simbolo dell’abbondanza e della fertilità ...

  • 2. Già, la mente.

    Si può essere sani di mente ed avere un corpo malato. Oppure avere un corpo sano ed una mente malata. Mettetela come volete, sceglietevi il posto che più vi aggrada tra le diverse condizioni e vivete o lasciatevi vivere. Vivere, qui sta l’inghippo, la fregatura. Non puoi non farlo. Voglio dire, non puoi dire a te stesso o agli altri: non ci sto, non voglio vivere, mi rifiuto. Devi continuare a giocare. Da quando sei nato sei fregato ...