Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

prossimi 10 »
  • Un anno fatto di 365 delusioni

    Qualcuno ha scritto che l’anno è “un periodo di tempo fatto di 365 delusioni”. Tante quante sono i giorni del nuovo, prossimo anno. La storia, con la stessa riflessione, si ripete di anno in anno. Il pensiero negativo sembra avere la meglio sul quello positivo. “Sembra”, ho detto. Meno male che poi “domani è sempre un altro giorno” e la vita continua a scorrere, nonostante tutto.

  • Quale Epifania?

    Il 6 gennaio, come si sa, si festeggia l’Epifania di Gesù. Il ricordo di quando, secondo la tradizione religiosa, i tre Re Magi riuscirono a trovare il luogo dove era nato il figlio di Dio, seguendo una stella apparsa nel cielo. E’ un tempo che celebra la rivelazione del Bambino Gesù nella vita degli uomini ed il suo significato in ognuno di noi.

  • Il Natale di un tempo

    Una semplice poesia può riportarti indietro nel tempo facendoti rivivere il presente come se il passato non fosse mai esistito.

  • La "gola" del Natale

    “La gola è un vizio che non finisce mai, ed è quel vizio che cresce sempre quanto più l’uomo invecchia.”

  • "Il Viaggio dei Magi" di T. S. Eliot

    Il tema della rinascita, con la venuta al mondo di Cristo in occasione del Natale, è un tema ricorrente in gran parte della poesia natalizia.

  • La "dodicesima notte" dopo Natale

    La “dodicesima notte” è una festività natalizia celebrata in alcuni settori della Cristianità di tradizione non latina. Viene comunemente riferita alla sera della quinta giornata di gennaio precedente il “dodicesimo giorno”, vigilia della festa dell’Epifania, ultimo giorno delle feste di Natale e festeggiato come tale.

  • Il naufragio di Natale

    Una montagna di libri da leggere per Natale. Come sempre, ogni giorno, specialmente in questi giorni, i libri inondano le librerie, le riviste, la tv, la radio, i giornali, insomma compaiono dappertutto. Cartacei o digitali, italiani o stranieri, per giovani o adulti, di fantasia o di evasione, per studio o per diletto, i libri restano i migliori amici di sempre. Una volta i libri si conservavano, per diventare librerie e biblioteche. Oggi che sono diventati digitali, fatti di “bits & bytes”, evaporano come i pensieri di chi li scrive e li legge. Nessuno ha più voglia di conservarli, non c’è più tempo per leggerli e nemmeno per studiarli. Ma è bene che se ne parli, che la gente li veda, li compri e li regali. Eccone alcuni scelti a caso da questo bibliomane “al quale è bello naufragar in questo mare”.

  • Sgarbi di Natale

    Come ti scrivo, ti confeziono e ti faccio acquistare un libro per un regalo di Natale? In una maniera molto semplice. Ecco un’operazione abbastanza diffusa in questi giorni di acquisti e di regali natalizi. Il libro è oppure no anche un prodotto di mercato?

  • Il "Notturnale" di Santa Lucia

    Il cammino verso il Natale è disseminato da molte occasioni per festeggiare. Feste antiche e moderne, pagane e religiose, tradizionali e popolari, le occasioni non mancano in tutte le culture. Prima e dopo la Natività i giorni del calendario religioso si intrecciano con quello atmosferico. Come è il caso della festa dedicata a Santa Lucia, una figura storica femminile nella quale si celano diversi simboli.

  • Un albero di Natale per Mr Rockfeller

    Ogni anno viene acceso nella città di New York un albero di Natale che ormai è diventato una vera e propria icona-simbolo dell’inizio delle festività. La tradizione continua da 79 anni e vale la pena conoscere alcuni momenti della sua storia. Col passare degli anni questo albero è diventato sempre più grande e sontuoso nella sua rappresentazione natalizia.