Questo sito contribuisce alla audience di

Argomenti correlati

  • "Apocalittici e integrati" del Web

    "Apocalittici e integrati" è un'espressione che trae origine da un saggio di Umberto Eco pubblicato quasi cinquant'anni orsono. In esso il famoso scrittore e semiologo faceva alcune considerazioni su quella che allora si definiva "letteratura di massa", individuando in essa aspetti positivi e negativi. Oggi, a distanza di tanto tempo, non saprei dire se esiste ancora una letteratura di massa, anche perché, con la caduta dei muri politici, mentali ed ideologici, le "masse" sono diventate un'altra cosa.

  • Bibliofili, bibliomani, bibliofolli, ovvero librovori

    La gaia scienza: raramente l’espressione nietzschiana è stata così azzeccata per un libro... un libro sui libri! Dal papiro ai supporti elettronici, percorriamo duemila anni di storia del libro attraverso una discussione contemporaneamente erudita e divertente, colta e personale, filosofica e aneddotica, curiosa e gustosa. Passiamo attraverso tempi diversi e diversi luoghi; incontriamo persone reali insieme a personaggi inventati; vi troviamo l’elogio della stupidità, l’analisi della passione del collezionista, le ragioni per cui una certa epoca genera capolavori, il modo in cui funzionano la memoria e la classificazione di una biblioteca.

  • Listmania: una lista per non morire

    Una delle tante categorie che fanno capo alla bibliomania è la listmania . Chiunque sia visitatore abituale di siti sui quali si possono acquistare libri ed altro sa che cosa sono le liste. E' una opzione culturale e commerciale davvero utile e divertente.

  • E' vero che Internet fonde il cervello?

    Le dichiarazioni sono note: Facebook mette in pericolo le relazioni sociali; Google ci fa parlare sempre di meno; i messaggini al cellulare danneggiano la lingua; siamo in piena crisi culturale; è a rischio il futuro dell'umanità; sarebbe bene riflettere con tutta questa nuova tecnologia. Magari fermarla solo un pò, riprendere l'uso della penna e del calamaio; non usare sempre la tastiera del computer. Non tutto di botto, ovviamente. Cervelli in fusione davvero!

  • Libraries

    Un altro libro da "vedere" piuttosto che leggere. Una famosa fotografa di interni che da oltre 30 anni cerca con le sue immagini di far capire al pubblico come osservare gli spazi, le forme, i luoghi e le persone che leggono e lavorano con i libri. Non per il piacere di vedere ed essere visti, ma per penetrare l'intimità interna di un pensiero, un'idea, una impressione legata.