Questo sito contribuisce alla audience di

La biblioteca desiderata di Tomaso Kemeny

Da Budapest, uno scrittore e un linguista.

Mi piacerebbe un reparto dedicato alle lettere e alle arti del Novecento (poesia, prosa, teatro, saggistica) in parallelo al discorso filosofico, ideologico, antropologico e ai percorsi delle scienze e tecnologie del secolo; il tutto integrato da riviste, giornali, documenti mass-mediali, video e una nastroteca documentante le voci del secolo (da poeti a politici, ecc.). A partire dalla produzione culturale italiana, sarebbe bene documentare quella europea e mondiale. Lo spazio potrebbe venire vitalizzato da serie organiche di conferenze-dibattiti orientanti verso una rilettura e valutazione del secolo che muore, per poter offrire strumenti critici utili per il 2000 che bussa alle porte.