Questo sito contribuisce alla audience di

Memorie in Rete

Una volta c’erano le Otto meraviglie del mondo. Poi sono arrivati i Patrimoni dell’Umanità, i luoghi da preservare come massima espressione culturale della specie umana.

Perché non avere anche un marchio doc per i patrimoni documentari, le raccolte di immagini, suoni, musiche e parole che raccontano la storia dell’umanità? Ci sta lavorando l’UNESCO, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, che il 27 e il 29 giugno ha indicato quali sono i ‘bacini digitali’ scelti per il 2001 e destinati a entrare nel registro la Memoria del Mondo. Il programma Memoria del Mondo, diviso in tre registri – mondiale, regionale e nazionale – tutela archivi e collezioni librarie di indiscusso valore storiografico assicurando la loro capillare diffusione in Rete. Nella selezione di quest’anno i concorrenti sono stati particolarmente agguerriti. La Germania, per esempio, unico paese presente con ben cinque candidature, presenta tra l’altro Metropolis, il celebre film di Fritz Lang e la Sinfonia n. 9 in Re minore di Ludwing van Beethoven. L’Austria gareggia con la collezione Schubert. La Turchia con le tavolette cuneiformi di Bogazköy. Per l’Italia partecipa alle selezioni il sito immateriale delle Teche Rai che dal 1997 raccoglie e preserva il patrimonio documentario di oltre settant’anni di programmazione pubblica. Le Teche, già iscritte nel registro della Memoria d’Italia insieme alla Cineteca Nazionale e agli Archivi dell’Istituto Luce, puntano così a un riconoscimento mondiale. Le Teche italiane si presentano con un notevole biglietto da visita. Quasi tutto quello che le varie aziende concessionarie del servizio pubblico (Uri, Eiar e Rai) hanno prodotto a partire dal 1924 è stato recuperato (o è in via di recupero) per essere avviato alla catalogazione multimediale. Oltre 650 mila ore di trasmissione televisiva, un archivio audio di circa 300 mila ore, 900 mila brani musicali, 100 mila copioni, 120 mila tra spartiti e partiture, oltre un milioni di fotografie.

Link correlati