Questo sito contribuisce alla audience di

Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell'antichità classica

La Rassegna degli strumenti informatici per lo studio dell'antichità classica si propone di offrire una guida ai nuovi strumenti a disposizione di studenti e studiosi del mondo classico, con brevi descrizioni e valutazioni e accesso diretto alle risorse disponibili on line.

Strumenti per lo studio delle antichità classiche La Rassegna abbraccia le risorse di interesse per lo studio dell’antichità classica greco-romana, nei suoi aspetti letterari, storici ed archeologici: è stata fatta necessariamente una certa selezione sulle pagine dedicate alla storia e all’archeologia locali: in effetti nei numerosi siti Internet di carattere turistico quasi sempre si fa almeno un fugace accenno al più o meno illustre passato della città o della regione in oggetto; queste risorse sono state incluse nella Rassegna solamente nel caso offrano qualche immagine significativa di vestigia archeologiche antiche e testi con un certo grado di approfondimento.

Il limite geografico è una conseguenza della scelta del tema: fondamentalmente l’area mediterranea, con propaggini nelle regioni del Vicino Oriente in età ellenistica e nell’Europa occidentale nell’età imperiale romana. I limiti cronologici sono costituiti dal periodo protostorico in Grecia e in Italia e dall’età tardoantica.

Non sono segnalate le risorse concernenti la storia orientale antica; per questo settore di studi esistono comunque buoni strumenti di orientamento. Il principale è senza dubbio ABZU, curato dall’Oriental Institute di Chicago, che presenta una lista commentata di hyperlinks a risorse elettroniche per lo studio delle civiltà vicino-orientali, con numerose possibilità di ricerca. Per informazioni su ABZU contattare Charles E. Jones.

Dal 1 Ottobre 1998 al 30 giugno 2001 la Rassegna è stata redatta e tenuta aggiornata nell’ambito del progetto di ricerca su “Amministrazione del territorio nelle aree greche del mondo antico”, coordinato dal prof. Giovanni Geraci, grazie ad un finanziamento concesso dal Ministero per l’Università e la Ricerca Scientifica.

A partire dal mese di aprile 2005 la Rassegna può altresì contare sul sostegno finanziario del progetto Ex-MURST 60% su “Strumenti digitali per la ricerca e la didattica in Storia Antica, tra applicazioni pratiche e riflessioni metodologiche”, stanziato dalla nuova sede del curatore, l’Università degli Studi della Calabria, con il supporto delle eccellenti attrezzature del Laboratorio Multimediale per le Fonti Storiche attivo presso il Dipartimento di Storia di UniCal.

La Rassegna, è in fase di costante aggiornamento; le risorse schedate nell’ultimo mese sono segnalate nel capitolo Novità, dove troverete anche un rimando alla scheda descrittiva corrispondente. Rinnoviamo l’invito a segnalarci risorse non ancora inserite nella guida al consueto indirizzo di posta elettronica csalvaterra@lettere.unibo.it. L’invito alla collaborazione è particolarmente rivolto a studiosi e studenti di antichità italiani che utilizzano Internet.

A partire dal febbraio 2003 le risorse sono incluse nella guida secondo due diverse modalità: le tradizionali schede descrittive e le semplici segnalazioni, che includono solamente il titolo della risorsa stessa, il link attivo e la sezione di pertinenza, senza descrizione (una sorta di corrispondente di quegli elenchi di Libri ricevuti che si ritrovano in molte riviste scientifiche). Ciò al fine di dare più conto in modo più tempestivo, sebbene meno completo, delle numerose nuove pagine web che vengono segnalate via e-mail e dei risultati delle esplorazioni della Rete. Le risorse oggetto di una semplice segnalazione saranno in seguito analizzate dettagliatamente in una scheda descrittiva.