Questo sito contribuisce alla audience di

La soia è amica delle donne!

Dopo più di 50 studi indipendenti, lo Us Food and Drog Administration ( FDA), consente alle aziende alimentari americane di immettere nei loro prodotti un minimo 6,25 gr di soia per porzione, in quanto questa quantità èsembra sia sufficente nella prevenzione dell'Infarto.

Ma altri studi hanno accertato che gli isoflavoni della soia,
avendo notevoli somiglianze strutturali con gli estrogeni, possono aiutare
la donna in un periodo molto delicato della sua vita: la menopausa.

Questi estrogeni vegetali avendo una azione più debole, nel loro legame
con i recettori beta degli estrogeni, sembrano ridurre
il rischio di innesco del processo di divisione cellulare
(causa del tumore della mammella, delle
ovaie e dell’endomentrio).

Il Dott. M. Morton, ricercatore al BioClinical Research
Services Laboratory, nel Galles
, sottolinea che l’azione degli isoflavonidi nel legame coi recettori
beta degli estrogeni è simile a quello di un noto farmaco usato nella
prevenzione e trattamento del tumore alla mammella nelle donne.

Grandi vantaggi dall’uso della soia si potranno avere anche nella
pre e post menopausa;
sembra che 40 gr di proteine di questo vegetale
al giorno, migliorano il contenuto minerale delle ossa, ed aiutano
notevolmente a ridurre sintomi legati a questo perido della vita della donna,
come le vampate di calore

Consiglio: prevenire è meglio che curare, se lo desiderate
potete informarvi con il vostro erborista di fiducia sull’uso di questi prodotti
a base di soia, ma vi raccomando di non trascurare i
controlli di routine annuali:
mammografia, ecografia, MOC, Pap Test,
ed in caso di malattia non fate di testa vostra, consultate sempre il medico
di fiducia. Molti ginecologi, se
non trovano problematiche specifiche, consigliano in menopausa proprio estrogeni
vegetali!

Laura Annarella