Questo sito contribuisce alla audience di

Insonnia e Digitopressione

Durante il sonno, il nostro cervello opera una azione di ripulitura delle informazioni inutili trattenute durante il giorno e una riorganizzazione di quelle ritenute utili.

Questa scoperta è stata fatta dalla Dott.ssa Chiara Cirelli e dal Dottor Giulio Tononi scienziati italiani della University of Wisconsin-Madison School of Medicine, la cui ricerca è stata pubblicata rivista scientifica «Science».

Dormire bene quindi, è importante per non avere quella strana sensazione di testa pesante dopo una notte passata insonne.

Il cervello per poter svolgere al meglio tutto questo lavoro deve poter contare su una buona circolazione sanguigna nella sua sede, la semplice digitopressione di specifici punti può favorire questo tipo di circolazione.

Quando si ha difficoltà ad addormentarsi consiglio di effettuare questo semplice ma efficace trattamento: la sera a letto, digitopressate i polpastrelli delle vostre dita con la punta dei pollici, senza esercitare una pressione eccessiva, per circa tre minuti su entrambe le mani contemporaneamente, questo favorirà una corretta irrorazione sanguigna nella testa

In alternativa o in aggiunta potete effettuare una leggera digitopressione con tutte e quattro le dita sulla superficie posteriore della testa.

Come sempre desidero sottolineare che questo tipo di trattamento è coadiuvante e non sostitutivo dell’opera di un medico.

Vi consiglio di leggere un interessantissimo articolo della Guida Sogni di Marni Le onde elettromagnetiche influiscono sui sogni?

Laura Annarella