Questo sito contribuisce alla audience di

Il Coordinamento R.S.U. Heineken sulla vicenda Pedaven

In quello che è l'incontro annuale che la multinazionale organizza per fare il punto della situazione sulla propria attività, le Rsu degli stabilimenti, i relativi rappresentanti sindacali territoriali e i segretari nazionali di categoria Battistelli Flai-Cgil, Pastrello Fai-Cisl e Pellegrini Uila-Uil hanno confermato massima solidarietà e hanno richiesto ad Heineken di favorire la cessione del sito di Pedavena a una delle due aziende interessate.

Il Coordinamento nazionale delle R.S.U. di Heineken chiede la cessione del sito di Pedavena

Il Coordinamento
nazionale delle R.S.U. di Heineken chiede la cessione del sito di Pedavena

Fronte
compatto, ieri a Milano, quello manifestato dal Coordinamento Nazionale Heineken
nei confronti della vicenda Pedavena. In quello che è l’incontro annuale che
la multinazionale organizza per fare il punto della situazione sulla propria
attività, le Rsu degli stabilimenti, i relativi rappresentanti sindacali territoriali
e i segretari nazionali di categoria Battistelli Flai-Cgil, Pastrello Fai-Cisl
e Pellegrini Uila-Uil hanno confermato massima solidarietà e hanno richiesto
ad Heineken di favorire la cessione del sito di Pedavena a una delle due aziende
interessate.

«Da Heineken - è stato sottolineato
coralmente - ci aspettiamo un’alta
sensibilità etica e morale che la induca a dare la risposta che Pedavena
attende».

A rappresentare
la fabbrica bellunese erano presenti le Rsu Davide De Martini Bonan ed Edy Marcabrun
e il segretario provinciale Flai-Cgil Valerio Costa. «Siamo
soddisfatti
- hanno affermato - per la
forte presa di posizione generale del Coordinamento a favore di Pedavena. Ne
dovrebbe seguire un documento ufficiale. Così come un altro dovrebbe essere
elaborato dagli stabilimenti Heineken».

Fonte: Il Gazzettino

Novembre 2005