Questo sito contribuisce alla audience di

Riapre la Fabbrica di Birra di Pedavena

Pedavena continuerà a voler dire Birra. Dopo quasi 16 mesi dall’annuncio da parte della multinazionale olandese Heineken, che voleva dismettere la produzione di Birra nello storico Stabilimento di Pedavena, il 10 Gennaio 2006 a Roma, con la mediazione del sottosegretario del Ministero del Welfare Maurizio Sacconi, è stato siglato l’accordo con il quale la fabbrica di birra di Pedavena verrà ceduta alla Birra Castello di S. Giorgio di Nogaro.

Riapre la Fabbrica di Birra di Pedavena

Riaprirà
la Fabbrica di Birra di Pedavena.

Pedavena continuerà
a voler dire Birra.

Dopo quasi 16 mesi dall’annuncio da parte della multinazionale olandese
Heineken, che voleva dismettere la produzione di Birra nello storico Stabilimento
di Pedavena, il 10 Gennaio 2006 a Roma, con la mediazione del sottosegretario
del Ministero del Welfare Maurizio Sacconi, è stato siglato l’accordo
con il quale la fabbrica di birra di Pedavena verrà ceduta alla Birra
Castello di S. Giorgio di Nogaro. http://www.birracastello.it/

Lo ha annunciato un suono festoso di campane che per mezz’ora hanno riscaldato
i cuori dell’intera vallata feltrina in una fredda serata d’inverno.

Dopo una lunga
e sofferta trattativa
, da parte dei Sindacati, delle Istituzioni, dei Politici
e con il sostegno dei lavoratori, di tutta una Comunità guidata dal Parroco
e dal Comitato Birreria Pedavena, si è finalmente arrivati ad una positiva
conclusione della vicenda.

Si difendevano la storia, la tradizione, la cultura di un popolo interno, più
di cento anni di Birra, intorno alla quale sono vissute diverse generazioni.

Una fabbrica memoria, ricevuta in eredità dai padri con la promessa di
mantenerla viva.

In questi mesi sono stati messi in piazza la passione, la dedizione, l’amore
per un mestiere che sembrava non dover esistere più: fare birra e farla
buona.

Tutti si sono uniti in un unico braccio, ognuno ha fatto ciò poteva,
tante iniziative grandiose organizzate dal Comitato, dai più di 230
teli
di due metri per settantacinque, dipinti da artisti di tutta Italia
con un unico tema: - “Birra Pedavena, perché la tradizione continui”
– messaggi d’amore regalati allo storico stabilimento in segno di
augurio ed esposti anche in una Mostra d’Arte, alle oltre 1800 magliette
vendute per sostenere la causa.

Un libro
è stato scritto per ricordare i passi che la vicenda prendeva, dal titolo
emblematico “Una Fabbrica Paese – Il caso Birreria Pedavena”.

Migliaia di persona hanno visitato il sito
dei Lavoratori
e del Comitato
e firmato la petizione,
persone semplici, persone qualsiasi, ma anche politici, comici, cantautori,
sportivi, scrittori, pittori,

tutti con lo stesso unico obiettivo: fare in modo che riaprisse lo stabilimento
e si producesse ancora Birra Pedavena!.

Sembrava di rincorrere solo un sogno, un desiderio, ma se a sognare
non sei solo, allora questo diventa la forza che spinge il meccanismo intero
per arrivare là dove meno te lo aspetti: la sua realizzazione.

Grazie a tutti coloro che ci sono stati vicini, che ci hanno sostenuto ed aiutato,
grazie di cuore.

Giovanna D’Agostini

www.birreriapedavena.info

www.comitatobirreriapedavena.it