Questo sito contribuisce alla audience di

Ricordi d'estate: la storia della Z1

La Z1 era disponibile nell’ottobre del 1988 allo stratosferico prezzo di 87 milioni di lire. Era però un’auto davvero particolare, realizzata con grande attenzione all’aerodinamica (Cx[...]

La Z1 del 1988

La Z1 era disponibile nell’ottobre del 1988 allo stratosferico prezzo di 87 milioni di lire.
Era però un’auto davvero particolare, realizzata con grande attenzione all’aerodinamica (Cx 0,36), un pianale perfettamente liscio e con una carrozzeria a pannelli che permettevano di smontare letteralmente la vettura in meno di mezz’ora.

Un’altra particolarità era costituita dal sistema di apertura elettrico delle portiere che sparivano all’interno dei longheroni laterali della carrozzeria permettendo l’accesso al pilota e al passeggero.

Meccanicamente la Z1 montava un sei cilindri in linea di 2,5 litri che le permetteva di toccare i 219 km/h e di raggiungere i 100 Km/h da fermo in 8 secondi; numeri non certo entusiasmanti ma la Z1 era un’auto snob più che da pista.
Prodotta dal 1988 al 1991 fu costruita in 8000 esemplari e venduta soprattutto in Germania.

Le categorie della guida