Questo sito contribuisce alla audience di

Prova su strada Bmw 530d Gt

Sabato mattina ho provato una 530d Gt presso il Centro Appia di Roma. Vista dal vivo l’auto è meno imponente di quello che le misure lascerebbero supporre e questo è certamente un pregio. La linea[...]


Sabato mattina ho provato una 530d Gt presso il Centro Appia di Roma.
Vista dal vivo l’auto è meno imponente di quello che le misure lascerebbero supporre e questo è certamente un pregio. La linea può piacere o meno e in effetti tra le persone presenti nel concessionario le opinioni erano molto discordanti. Tuttavia la Bmw ha dimostrato di saper osare portando a casa ottimi risultati (vedi il successo sorprendente della X6) quindi replica con questa Gran Turismo che è di fatto un modello di nicchia.

Appena salgo a bordo mi stupisce la qualità dei materiali e l’assemblaggio con sedili che sono vere e proprie poltrone, inserti in radica che impreziosiscono una plancia molto lineare nel design.
La versione che provo è una 530d in allestimento Futura (cioè il top). Dopo i primi metri la sensazione è quella che indica il nome stesso: Gran Turismo.
In effetti mai nome in casa Bmw fu più coerente perchè proprio di questo si tratta, un’automobile che si troverà perfettamente a suo agio in autostrada.

Comodissima e con una serie di attenzioni al guidatore che poche altre vetture garantiscono. L’handling è un pò sacrificato dal peso notevole (quasi 2 tonnellate, quasi come una x5) e infatti se attacchi le curve con veemenza capisci subito che non è questa l’auto adatta. La tenuta e la stabilità sono ottime, però se sei uno di quelli che hanno voglia di divertirsi sui percorsi misti, devi necessariamente scegliere altro.
Questa è un’auto da autostrada, da 130 km/h costanti. Da metterti lì, in corsia centrale e goderti la comodità, la silenziosità.
Praticamente, il modo migliore per arrivare riposati a destinazione; perciò la Gt sarà l’auto ideale per quei rappresentanti di commercio abituati a macinare migliaia di chilometri al mese su e giù per l’Italia, perchè è una vettura d’immagine, comoda e sicura.

Le pecche che ho notato riguardano semmai il prezzo (€ 64.500 sono davvero tanti) e la visibilità posteriore.
Mentre però per il prezzo non si può far molto, per la visibilità posteriore arriva in aiuto la formidabile telecamera. Basta spingere il pulsante e sul navigatore appare tutto ciò che avviene dietro la coda. Non solo; il sistema ti indica visivamente la traiettoria ideale per affrontare il parcheggio o la manovra. In questo modo non serve neppure girare la testa, vedi tutto sul navigatore. Davvero sorprendente!

Infine, una piccola curiosità: il porte aperte Bmw prevedeva il test drive anche della X1 che, a differenza della Gt, ha destato tantissima curiosità e molti hanno deciso di acquistarla seduta stante, per averla in tempo per le vacanze di Natale.
Quindi, se la Gt sarà un modello di nicchia, per la X1 si prevede già un futuro roseo.

Le categorie della guida