Questo sito contribuisce alla audience di

Prezzo teorico di apertura

Il prezzo teorico di apertura è determinato in base a specifici criteri che hanno carattere gerarchico

Il prezzo teorico di apertura è dunque definito come:

il prezzo al quale è negoziabile la maggior quantità di titoli;
nel caso lo stesso quantitativo sia negoziabile a più di un livello di prezzo, allora diventa prezzo teorico quello che produce il minor volume non negoziabile relativamente alle proposte aventi prezzi migliori di quello teorico (in sostanza quello che produce minore sbilancio tra acquisti e vendite);
se esiste più di un prezzo in corrispondenza di valori massimi di scambi e lo sbilancio fra acquisti e vendite è identico, diventa prezzo teorico d’apertura quello più vicino al prezzo di riferimento della seduta precedente;
infine, se tutti i criteri citati sono soddisfatti ma non sufficienti a determinare il prezzo teorico d’apertura, quest’ultimo si configura come il prezzo più elevato.