Questo sito contribuisce alla audience di

Volatilità (Volatility)

La volatilità è l'indicatore statistico che esprime il grado di variabilità dei prezzi o ampiezza delle oscillazioni subite dal prezzo di un titolo.

Indica il rischio che si assume quando si effettua un investimento. Maggiore è la volatilità, più alto è il rischio e viceversa una minore volatilità comporta un rischio minore.

La volatilità indica anche la variabilità dei rendimenti di un investimento, normalmente associata ad una rilevante imprevedibilità dei movimenti del prezzo stesso. Essa è matematicamente misurata attraverso il calcolo della deviazione standard ( scarto quadratico medio dei rendimenti relativi ), una grandezza che evidenzia la tendenza dei prezzi ad allontanarsi dalla loro media. Un limite di questo strumento di calcolo risiede nel fatto che la valutazione così ottenuta della volatilità ( dunque della rischiosità di un investimento) considera allo stesso modo sia variazioni positive che negative.

 

VOLATILITA’ IMPLICITA - IMPLIED VOLATILITY: Il contratto di opzione è caratterizzato da questo genere di volatilità, generalmente misurata sulla base del modello di Black and Scholes mediante una stima effettuata in relazione al prezzo corrente dell’opzione, al prezzo dello strumento sottostante, al prezzo d’esercizio, alla durata residua ed al livello dei tassi di interesse.

VOLATILITA’ STORICA - HISTORICAL VOLATILITY: misura la variabilità a posteriori del prezzo o del rendimento di uno strumento finanziario.