Questo sito contribuisce alla audience di

Un esempio di strategia di copertura

I warrant possono essere utilizzati non solo per scommettere su un certo andamento di mercato ma anche per proteggere il portafoglio degli investimenti da eventi che potrebbero avere un impatto negativo sui prezzi del sottostante.

 
Supponiamo di acquistare oggi, al prezzo di 70 € l’azione X, ipotizzando che il titolo X realizzerà un rialzo grazie alle buone prospettive della società. Dopo tre mesi, contrariamente alle aspettative, la società consegue utili inferiori alle attese, il prezzo dunque inizia a scendere. Per proteggere il nostro portafoglio da ulteriori ribassi possiamo acquistare 1.000 warrants put (ATM) con strike price 66 €, moltiplicatore unitario, al prezzo di 4 € e scadenza a 6 mesi.

 

Dopo 6 mesi l’azione si è deprezzata fino a 35 Euro.

 

Senza considerare i warrants, la nostra perdita sarebbe di  35 € per azione, ma in realtà alla scadenza riceveremo, per ogni singolo warrant, la somma di 66 - 35 = 31 € per azione.

 

Considerando che per l’acquisto dei warrants put abbiamo sborsato 4 €, il profitto netto derivante dall’operazione di copertura è pari a 27 euro per azione. Il prezzo di carico delle nostre azioni sarà così diminuito a 70 - 27 = 43 € per azione, molto meno rispetto ai 70 euro iniziali!