Il Pino marittimo dei litorali costieri del Mar Mediterraneo

Il pino marittimo fa parte della famiglia delle Pinaceae, suddivisa in circa 120 specie differenti, ed è un albero sempreverde che prospera sulle coste del Mediterraneo. Cresce spontaneo sulle coste[...]


Il pino marittimo fa parte della famiglia delle Pinaceae, suddivisa in circa 120 specie differenti, ed è un albero sempreverde che prospera sulle coste del Mediterraneo. Cresce spontaneo sulle coste delle Riviere, compresa la Riviera Ligure.

L’albero del Pino marittimo si presenta con un altezza che può raggiungere i 20 metri e anche più, le cime sono formate da rami che si ricurvano verso l’alto, con il passare del tempo l’albero assume una chioma più schiacciata e fitta.
Le foglie sono aghiformi di colore verde chiaro e possono raggiungere le dimensioni di 10-20 cm. con margini dentellati. Si presentano spesse e raggruppate a due a due sugli stomi.

La corteccia del pino marittimo è piuttosto spessa e presenta delle crepature, è di colore grigio nei giovani esemplari e man mano che l’albero cresce, assume una tonalità marrone rossastra. L’infiorescenza è uno sporofilo che matura verso aprile-maggio. Si suddivide in Macrosporofili femminili di colore giallo, con squame ovulifere contenenti 2 ovuli e in Microsporofili maschili, rossastri, che contengono da 2 a 20 sacche polliniche. Il seme è contenuto all’interno degli strobili, di grosse dimensioni (10-20 cm) che assumono forma ovale.

Come detto, la diffusione del pino marittimo si spinge sui litorali costieri a clima mediterraneo, anche se la proliferazione spontanea per eccellenza la si raggiunge in Liguria, Toscana e Sardegna. Nonostante la presenza del pino marittimo sungo le coste, non mancano esemplari fino ad una quota di 600-800 metri.

In Italia, possiamo incontrare, oltre al pino marittimo, il pino silvestre, il pino domestico, il pino d’Aleppo, il cirmolo e il pino mugo.

Fonte fotografica: www.flickr.com

Peeplo Engine

Un motore di ricerca nuovo, ricco e approfondito.

Inizia ora le tue ricerche su Peeplo.

Ultimi interventi

Vedi tutti