Questo sito contribuisce alla audience di

Dal legname di Abete rosso ottime casse armoniche

Le foreste di Abete rosso, o Picea abies, le troviamo ampiamente diffuse sulle Alpi, sia in ambiente montano che in quello subalpino inferiore. A parte qualche isolato caso dove cresce ad altitudini[...]

Abete rosso
Le foreste di Abete rosso, o Picea abies, le troviamo ampiamente diffuse sulle Alpi, sia in ambiente montano che in quello subalpino inferiore. A parte qualche isolato caso dove cresce ad altitudini minori o superiori, la crescita spontanea di questo albero della famiglia delle conifere è intorno ai 1200-1800 metri di quota. Il suo areale si spinge dall’Europa all’Asia centrale e settentrionale. In Italia lo troviamo in Valle d’Aosta, Alpi Marittime, sull’Appennino Tosco-Emiliano, sulle Alpi Giulie e sulle Alpi Liguri.

L‘albero di Abete rosso può raggiungere la considerevole altezza di 50-60 metri, con un tronco a portamento diritto, conico e piramidale. La chioma superiore può essere più o meno sviluppata in base alla quota alpina. Il tronco è ricoperto da una corteccia sottile e rossastra, che durante la crescita assume una colorazione via via sempre più bruno-grigiastra e si apre in placche di 1-2 cm. a forma rotondeggiante. Le foglie dell’Abete rosso sono rappresentate da aghi appuntiti lunghi circa 2,5 cm., a sezione quadrangolare e inseriti direttamente sul ramo a linee spirali.

La fioritura dei coni avviene in aprile-maggio, con la produzione di Macrosporofilli nella parte apicale dei rami. Dapprima eretti, in seguito prendono forma pendula, riuniti in numero di 3-4. Rappresentano il fiore femminile, che dopo l’impollinazione da origine alle pigne. I Microsporofilli, invece, sono i fiori maschili, gialli, hanno forma di lunghi coni di 1 cm. posti alle estremità dei rami vecchi.

I frutti, o Strobili, sono lunghe pigne legnose (10-20 cm) con forma cilindrica e pendula che dal verde passano ad una colorazione marrone verso l’autunno, quando cadono al suolo. L’Abete rosso non inizia la fase di fruttificazione se non dopo almeno 20 anni di vita della pianta.

Il legname ottenuto da una particolare specie di questa pianta, chiamato Abete rosso di risonanza, possiede un ottimo potere di amplificare il suono, per questo motivo viene largamente utilizzato per la produzione delle tavole armoniche degli strumenti musicali a corda. Altri utilizzi dell’Abete rosso sono la distillazione della sua resina per ottenre la trementina o acquaragia e dalla corteccia si ottengono i tannini per la concia delle pelli.

Fonte fotografica: www.flickr.com

Ultimi interventi

Vedi tutti