Questo sito contribuisce alla audience di

Il dente di cane del Monte Carmo in Liguria

L’Erythronium dens-canis è una pianta erbacea bulbosa, appartenente alla famiglia delle Liliaceae e più comunemente conosciuta con il nome di Dente di Cane. Delle innumerevoli specie appartenenti[...]

dente di cane

L’Erythronium dens-canis è una pianta erbacea bulbosa, appartenente alla famiglia delle Liliaceae e più comunemente conosciuta con il nome di Dente di Cane. Delle innumerevoli specie appartenenti alla famiglia, solo una del genere Erythronium cresce spontaneamente in Europa e in Italia, si tratta del dente di cane.

La pianta si presenta glabra, con un’altezza variabile dai 10 ai 20 cm., presenta un bulbo bianco sotterraneo di forma cilindrica, dal quale ogni anno (pianta perenne) nascono nuovi fusti e radici di tipo fascicolato. Quello che a prima vista appare come il fusto, in realtà altro non è che il peduncolo dell’infiorescenza. La particolarità di questa pianta è la presenza di due sole foglie basali di forma ovale, opposte una all’altra. La pagina fogliare è colorata di verde con delle macchie brunastre più scure. Il fiore si presenta isolato sulla punta del peduncolo, privo di foglie cauline, ha consistenza cerosa e una forma tondeggiante e ricurva, con i petali ripiegati indietro come il ciclamino.

I fiori sono ermafroditi e di colore variabile dal bianco, al rosa, al violetto e, in alcune varietà, hanno anche una delicata profumazione. All’interno dei tepali di forma lanceolata, troviamo gli stami e il pistillo in sporgenza. Il periodo di fioritura è molto breve ed avviene in primavera. Durante questo periodo avviene l’impollinazione per via entomofila da parte di ditteri e farfalle. Alla fine della fioritura si presenta la capsula del frutto di forma trigona, posto al centro del perigonio.

In Italia si assiste ad una crescita spontanea della pianta al Nord, principalmente sulle Prealpi e Alpi, sia a livello collinare che montano, comunque entro i 600 metri di altitudine. Si tratta di una pianta commestibile considerata una specie rara.

Fonte fotografica: www.flickr.com

Ultimi interventi

Vedi tutti