Questo sito contribuisce alla audience di

Una pianta da record: la Palma di Raffia

La Raphia farinifera è una palma pollonifera originaria del Madagascar. Il nome deriva dalla parola grega raphis che significa ago, a sottolineare la forma dei frutti appuntiti come aghi. La pianta è[...]

raphiaLa Raphia farinifera è una palma pollonifera originaria del Madagascar. Il nome deriva dalla parola grega raphis che significa ago, a sottolineare la forma dei frutti appuntiti come aghi. La pianta è composta da fusti multipli di altezza fino ai 9-10 metri, ricoperti dai residui delle vecchie foglie. La Raphia farinifera la troviamo lungo le coste orientali dell’Africa lungo i corsi dei fiumi o negli ambienti palustri e boscosi.

La Raphia farinifera vanta il record della foglia più grande fra tutte le palme. Quest’ultima, infatti, può misurare dai 10 ai 20 metri di lunghezza. La foglia si presenta eretta sulla sommità del fusto, sostenuta da piccioli spinosi. Presenta segmenti lineari lanceolati appuntiti.

Fiorisce una sola volta intorno ai 40-50 anni di vita, producendo fiori unisessuali raccolti in infiorescenze ramificate. Il fiore presenta fiori maschili all’ascella e più in basso fiori femminili.

Il frutto è rappresentato da un nucleo di colore bruno-rossastro di forma ovoidale, molto appuntiti e ricoperti da squame dure e lucide. Anche il frutto viene prodotto una sola volta, al termine il fusto secca e muore, mentre la pianta si riproduce per mezzo di polloni.

Da questa palma viene prodotta la Rafia, particolare fibra usata in orticoltura e per la fattura di cesti, stuoie e cappelli. Dal midollo del fusto viene estratto il sago, utilizzato come farina alimentare, alcune parti sono utilizzate per la costruzione di mobili, mentre dalle foglie ancora chiuse viene ricavata una speciale cera usata per la preparazione di lucidi da scarpe.

Ultimi interventi

Vedi tutti