Questo sito contribuisce alla audience di

Il Larice nella flora alpina spontanea Italiana

Il Larice (Larix) è una conifera appartenemte alla famiglia delle Pinaceae, che è presente in Italia con l’unica specie Larix decidua Miller. Cresce spontaneamente nella flora alpina Italiana,[...]

larice
Il Larice (Larix) è una conifera appartenemte alla famiglia delle Pinaceae, che è presente in Italia con l’unica specie Larix decidua Miller. Cresce spontaneamente nella flora alpina Italiana, dove predilige le alte quote intorno ai 2000-2300 metri sul livello del mare. Il Larice viene considerata una specie ricolonizzatrice e ricompattante dei terreni smossi da eventi perturbativi molto intensi.

L’albero del Larice si innalza colonnare per una altezza variabile dai 25 ai 50 metri in base alla disponibilità della luce. L’apparato radicale è profondo e a fittone.
I rami sono sciabolati con le estremità pendule. Il tronco è ricoperto da una sottile corteccia grigio bruna in gioventù, che con il passare del tempo si ispessisce e compaiono placche separate da fessure longitudinali bruno rossastre.
La foglia è del tipo aghifoglie e i sottili aghi verdi sono raccolti in gruppi numerosi su brachiblasti. Quest’ultimi, prima di cadere dai rami in autunno, assumono una colorazione giallastra.
La chioma fogliare è rada e piramidale.
Sui rami compaiono indifferentemente i coni femminili, di colore violaceo che quelli maschili, gialli e decidui dopo la pollinazione.
Giunti a maturazione, i cogni lignificano e le pigne perdurano sui rami per molto tempo dopo aver rilasciato i semi alati.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/photos/patrizia_ferri

Ultimi interventi

Vedi tutti