Questo sito contribuisce alla audience di

La pianta aromatica ed ornamentale dell'Origano

L’origano utilizzato come pianta aromatica è l’Origanum vulgare, pianta della famiglia delle Lamiaceae originaria del bacino del Mediterraneo. Si tratta di una pianta perenne erbacea o[...]

origano

L’origano utilizzato come pianta aromatica è l’Origanum vulgare, pianta della famiglia delle Lamiaceae originaria del bacino del Mediterraneo. Si tratta di una pianta perenne erbacea o semi-arbustiva, con fusti legnosi alla base ed alta variabilmente dai 20 cm. agli 80 cm, che cresce spontaneamente su substrati aridi e assolati fino a 2000 metri di altitudine.

La famiglia delle Lamiaceae comprende all’incirca una cinquantina di specie differenti.
Il fusto è eretto e ramificato, le foglie sono piccole, opposte e picciolate, intere a margine dentato di colore verde su entrambe le pagine fogliari. In estate, da luglio a settembre, la pianta di origano produce infiorescenze sessili ed odorose del caratteristico aroma intenso.
I fiori sono raggruppati in brattee alla sommità degli steli e variano di colore dal bianco, al rosa e fino al rosso in alcune specie.
Il frutto è rappresentato da una piccola capsula di colore scuro.
All’origano sono riconosciute proprietà analgesiche, antisettiche, antispasmodiche, espettoranti. Gli infusi sono coadiuvanti contro tosse, disturbi digestivi, emicranie e dolori reumatici.

Oltre alle proprietà terapeutiche, l’origano può essere utilizzato anche per combattere le formiche, infatti si è dimostrato un valido repellente per questi sgraditi ospiti.

Fonte fotografica e crediti: www.flickr.com/photos/salvadonica

Ultimi interventi

Vedi tutti